Elia Viviani pronto a un 2016 da urlo tra pista e l'esordio alla Parigi-Roubaix

Il velocista del Team Sky correrà per la prima volta la regina delle classiche.

Il Team Sky oggi a Maiorca ha incontrato i giornalisti, ha annunciato il rinnovo di Chris Froome fino al 2018 e presentato i nuovi acquisti tra cui l'ex campione del mondo, il polacco Michal Kwiatkowski, lo spagnolo Mikel Landa che sarà il capitano al Giro d'Italia, e il giovane italiano Gianni Moscon che va a unirsi ad altri due connazionali, vale a dire Salvatore Puccio, che è al team britannico già dal 2011, ed Elia Viviani che è arrivato la scorsa stagione.

Proprio Viviani sarà il velocista di punta della squadre di Sir Dave Brailsford e comincerà la sua stagione dall'Argentina con il Tour de San Luis che è in programma dal 18 al 24 gennaio, poi disputerà il Dubai Tour e in seguito si concentrerà sulla pista allenandosi a Montichiari per prepararsi a Het Nieuwsblad, Kuurne-Bruxelles-Kuurne e, soprattutto, i Mondiali su pista che si svolgeranno a Londra dal 2 al 6 marzo e che lo vedranno impegnato nell'Omnium, l'americana e un'altra gara a scelta tra l'inseguimento a squadre e lo scratch.

Dopo le prove iridate tornerà alla strada dove lo attendono la Tirreno-Adriatico, la Milano-Sanremo, le classiche del Nord come E3 Harelbeke, Gand-Wevelgem, tre giorni di La Panne, Giro delle Fiandre, Scheldeprijs e infine la Parigi-Roubaix e per lui sarà la prima partecipazione alla regina delle classiche.
A maggio sarà tempo di Giro d'Italia dove Elia Viviani andrà a caccia della Maglia Rossa, poi a giugno solo il Giro di Polonia prima di tornare in pista per prepararsi alle Olimpiadi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail