Sci | Pinturault vince la Supercombinata di Kitzbuhel, a Svindal il SuperG

pinturault-supercombinata-kitzbuhel-2016.jpg

Sci. Alexis Pinturault si aggiudica la Supercombinata di Kitzbuhel disputata con SuperG e Slalom speciale in notturna. Podio tutto francese con Muffat Jeandet secondo a +89" e Mermillod Blondin terzo a +92".

La manche di Slalom inizia con l’ottimo tempo di Riccardo Tonetti. L’azzurro guadagna sei posizioni prima del sorpasso dell’americano Bennett, a sua volta, subito superato dallo slovacco Zampa. La girandola in testa alla classifica prosegue con il primo posto di Muffat Jeandet che fa valere tutta la sua classe di slalomista nella parte finale del tracciato.

Meglio di lui fa Hirscher. L’austriaco scava un soldo di 1.33 da Muffat ma le immagini svelano un’inforcata non vista in diretta televisiva. Non scatta tuttavia la squalifica del beniamino di casa che, forse, non si è nemmeno accorto dell’errore. Poco dopo, tuttavia, la giuria esclude Hirscher dalla graduatoria e restituisce il primo posto a Muffat. Uscita pesante quella dell’austriaco soprattutto per la classifica generale.

Un altro francese si avvicina a Muffat con Mermillod Blondin che arriva a soli 3” dal connazionale. Il podio tutto transalpino si completa con Pinturault che si prende il comando con 89” di vantaggio, frutto di una grande prestazione interpretata nella consapevolezza delle proprie potenzialità tra i pali stretti.

Il tempo di Pinturault è notevole e, come prevedibile, nessuno riesce a superarlo. Mattia Casse e Peter Fill, settimo e sesto in discesa, non terminano lo Slalom. Paris finisce lontano dai primi. Jansrud non ripete l’exploit della scorsa settimana nella combinata di Wengen. Svindal, ultimo a partire, inforca in avvio ma si consola con l’uscita di scena di Hirscher. La caduta senza conseguenza del norvegese aumenta i rimpianti di Marcel, il cui tempo in Slalom gli avrebbe permesso forse di primeggiare nella SC.

Per Pinturault è il terzo successo nelle ultime tre edizioni della combinata di Kitzbuhel.

Sci | Svindal vince il SuperG di Kitzbuhel

svindal-vince-superg-kitzbuhel-22-gennaio-2016.jpg

Venerdì 22 gennaio 2016

Sci. Coppa del mondo maschile. Svindal trionfa nel SuperG di Kitzbuhel. Il norvegese si dimostra ancora una volta il più forte in questa disciplina e distanzia di 41" l'americano Weibracht ottimo secondo e di 42" l'austriaco Reichelt. Ottimo risultato degli atleti azzurri con Paris, Fill e Casse, uno dietro l'altro dal 5° all'8° posto.

Nella prima parte di gara proprio Casse e Fill che si alternano al comando. Il tempo di Peter è migliore di quelli di Pinturault, Kilde che compromette la propria prestazione sbagliando il salto finale, Hirscher che finisce a oltre un secondo di distanza, Baumann tradito anche lui dall’ultimo salto e indietro per soli 9”e Carlo Janka che dilapida i 33” di vantaggio al terzo intermedio nella seconda parte del tracciato.

Fill è ancora in testa al momento della discesa degli altri specialisti del SuperG. Lo supera un altro azzurro, Paris. Fantastica la performance di Dominik che sbaglia in avvio, perde sei decimi ma azzera lo svantaggio e chiude a -12” dal connazionale. Purtroppo la permanenza in testa di Paris dura appena un minuto e mezzo, il tempo che impiega l’americano Weibrecht per precederlo al traguardo di 41”.

Arriva il momento dei favoriti. Deludente Theaux che salta una porta in avvio ed esce subito dalla gara, errore oltremodo grave visto che il SuperG è stato tracciato dall’allenatore della squadra francese. Non sbaglia invece Svindal. Il norvegese commette qualche errore ma, con cattiveria e classe, conquista la leadership, distanziando un rassegnato Weibrecht di 31”. Reichelt si deve accontentare del terzo posto provvisorio nonostante un’ottima prova nella quale spicca la prodezza compiuta nel rientrare da una traiettoria sbagliata su un dosso. Janrsud che finisce di poco fuori dal podio, al quarto posto. Innerhofer prova a strafare ma finisce a quasi 2 secondi dai primi

Il SuperG di Kitzbuhel assegna punti per la singola gara ma vale anche come prima manche della Supercombinata che si completerà alle 16.45 con lo Slalom Speciale. Hirscher deve recuperare 1.90 da Svindal, distacco non incolmabile con l'austriaco che deve accorciare le distanzedal rivale in classifica generale (-101 dopo il SuperG). Distacchi contenuti anche Pinturault (1.22) e Janka (0.95).

Sci | SuperG e Supercombinata a Kitzbuhel

Sci. Coppa del Mondo maschile. La tre giorni di Kitzbuhel comincia oggi, venerdì 22 gennaio, con una doppia prova. Alle 11.45 si comincia con il Supergigante che vale sia come gara singola quanto come prima manche della Supercombinata che prevede la seconda frazione dello Slalom Speciale, nel pomeriggio, alle 16.45.

Il Supergigante si disputa su una parte della mitica pista Streif che, domani, ospiterà l'attesa discesa libera, la gara più attesa dell'anno. Quella di oggi è la terza prova stagionale di SuperG. Nelle precedenti due si sono imposti i due contendenti del primato in classifica generale, ovvero Hirscher a Beaver Creek (in una una gara condizionata dal maltempo dopo i primi partenti) e Svindal, un mese fa, sulla Saslong Val Gardena.

Il norvegese, primo con soli 15 punti di vantaggio sul rivale, è il favorito d'obbligo nel SuperG e non potrebbe essere altrimenti. Svindal ha dominato, finora, le prove di velocità e sembra davvero inattaccabile. Proveranno a insidiarlo i soliti noti ovvero i connazionali Jansrud e Kilde, Reichelt e il francese Theaux. Qualche chance anche per gli azzurri Paris, Fill e Innerhofer. Attenzione anche a Mattia Casse, primo nell'ultima prova cronometrata di discesa.

supergigante-supercombinata-kitzbuhel-22-gennaio.jpg

In ottica Supercombinata, non mancano gli slalomisti nella start list del SuperG. Tra questi non poteva mancare Hirscher che scenderà con il numero 12. Oltre all'austriaco possono rimontare posizioni tra i pali stretti anche i francesi Pinturault e Muffat Jeandet, Ted Ligety davvero in ombra finora e Carlo Janka che deve riscattare l'inforcata della scorsa settimana a Wengen. Una settimana fa a nella SC di Wengen, Jansrud ha preceduto lo stesso Svindal e Theaux, un podio sorprendente che conferma l'imprevedibilità di questa disciplina.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail