Tour de San Luis 2016, quarta tappa: Sepúlveda delizia il pubblico e si prende la maglia | Video

Vincenzo Nibali non ha voluto strafare e si è fatto staccare a metà salita.

Grande giornata per gli argentini spettatori del Tour de San Luis 2016: il beniamino di casa Eduardo Sepúlveda ha deliziato tutti con un finale esaltante sulla salita Cerro El Amago su cui era posto l’arrivo della tappa di oggi, la quarta, partita dalle Terrazas del Potezuelo e lunga 140 km.

L’argentino della Fortuneo-Vital Concept ha sbaragliato la concorrenza sulle ultime rampe battendo anche i big come Rafal Majca della Tinkoff e Nairo Quintana della Movistar, che oggi ha lasciato il palcoscenico al fratello Dayer, che si è piazzato al quarto posto finale, ma è stato un grande protagonista in salita. Vincenzo Nibali, molto razionale e lucido come sempre, è uscito dai giochi a metà ascesa, quando si è reso conto che la condizione fisica non gli permette di lottare subito per una vittoria su un arrivo abbastanza duro. Ma il picco di forma di Nibali è atteso per la primavera-estate, quindi il suo atteggiamento è responsabile e attento, da campione qual è.

Anche Nairo Quintana e Rafal Majka non si sono impuntati nell’andare a caccia di una vittoria che avrebbe succhiato molte energie e che oggi serve a poco. Per Sepúlveda, invece, una corsa del genere può essere quella della vita, davanti al suo pubblico e in una gara che ha attirato tante star.

La fuga di giornata ha avuto ben dodici protagonisti: Riccardo Stacchiotti della Nippo-Vini Fantini, Emmanuel Guevara della San Luis Somos Todos, Lucas Gaday e Ruben Ramos della selezione argentina, Carlos Alzate della UnitedHealthcare, Jonathan Hornbeck della Holewesko-Citadel, Richard Carapaz della Strongman Campagnolo, Ignacio Sarabia della selezione messicana, Gonzalo Najar della SEP San Juan, Ariel Sivori dei Los Matanceros, Paul Betancourt della selezione costaricana e Felix Nodarse di quella cubana. Questi battistrada hanno messo da parte un vantaggio piuttosto consistente, di oltre sette minuti, ma è stato inutile, perché al contrario di ieri la fuga non è riuscita ad arrivare fino al traguardo, il gruppo ha incrementato il gruppo ed è riuscito a riprendere tutti, anche Najar che ha provato un attacco ed è stato assecondato da Stacchiotti, Gaday, Ramos, Alzate Sarabia e Hornbeck.

Appena la strada ha cominciato a salire Peter Koning della Drapac, il trionfatore di ieri che oggi è partito indossando la maglia da titolare, è rimasto subito indietro, mentre Dayer Quintana della Movistar si è fatto avanti e in molti pensavano che stesse facendo la corsa per suo fratello, invece ha di fatto proseguito da solo senza preoccuparsi delle sorti di Nairo che, come Nibali e altri protagonisti del World Tour, è venuto in Argentina soprattutto per mettere chilometri nelle gambe.

Dayer Quintana è riuscito ad restare davanti fino agli ultimi chilometri insieme con Janier Acevedo della Jamis, ma entrambi hanno dovuto soccombere quando dietro di loro è apparso Eduardo Sepulveda che ha dato il via alla sua progressione e alla fine ha chiuso con ben 54” di vantaggio su Acevedo, mentre al terzo posto si è inserito Roman Villalobos della selezione costaricana a 1’ 31”, stesso distacco di Dayer Quintana.

Sepulveda primo nella quarta tappa del Tour de San Luis 2016

Questi i primi dieci al traguardo della quarta tappa del Tour de San Luis 2016:
1) Eduardo Sepúlveda (Fortuneo-Vital Concept) 4h 00’ 35”
2) Janier Acevedo (Jamis) +54"
3) Román Villalobos (Costa Rica) +1' 31"
4) Dayer Quintana (Movistar Team) +1’ 31”
5) Ilia Koshevoy (Lampre-Merida) +1' 43"
6) Miguel Ángel López (Astana) +2' 10"
7) Rafal Majka (Tinkoff) +2’ 10”
8) Nairo Quintana (Movistar Team) +2’ 10”
9) Jonathan Millán (Strongman Campagnolo) +2' 12"
10) Anderson Maldonado (Uruguay) +2' 14"

E queste le prime dieci posizioni in classifica generale dopo quattro tappe su sette:
1) Eduardo Sepúlveda (Fortuneo-Vital Concept) 12h 00’ 16”
2) Dayer Quintana (Movistar Team) +3"
3) Rodrigo Contreras (Etixx-QuickStep) +38"
4) Nairo Quintana (Movistar Team) +42"
5) Miguel Ángel López (Astana) +51"
6) Dani Moreno (Movistar Team) +56"
7) Román Villalobos (Costa Rica) +1' 06"
8) Janier Acevedo (Jamis) +1' 09"
9) Ilia Koshevoy (Lampre-Merida) +1' 22"
10) Rafal Majka (Tinkoff) +1' 36”

Foto © Tour de San Luis

  • shares
  • Mail