Doping: l'UCI cancella i sette tour di Armstrong

L'Unione Ciclistica Internazionale ha accolto oggi le sanzioni comminate dall'Usada (agenzia antidoping statunitense) a Lance Armstrong e ha annullato tutte le sue vittorie successive al 1° agosto 1998. L'ex ciclista texano perde perciò i sette Tour de France vinti (con l'aiuto del doping) dal '99 al 2005. Si tratta senza dubbio della decisione più importante mai presa nei confronti di un atleta dopato, forse una squalifica ancora più sconcertante rispetto a quella di Ben Johnson alle Olimpiadi di Seul.

Il presidente dell'UCI Pat McQuaid, in carica dal 2005, cioè da dopo l'era delle vittorie di Armstrong ha dichiarato che la federazione crede nel futuro del ciclismo: "Il cammino incomincia oggi".

Venerdì ci sarà un nuovo incontro dei vertici federali per decidere come procedere per quanto concerne l'aspetto economico della vicenda e, probabilmente, anche per porre un rimedio alla voragine lasciata nell'albo d'oro del Tour de France da questa squalifica epocale.

in aggiornamento

Foto | © TM News

  • shares
  • Mail