Mondiali di Ciclismo su Pista Londra 2016: Filippo Ganna oro nell’inseguimento individuale

L’azzurro ha anche migliorato il record italiano che resisteva dal 1996 (quando lui era appena nato…)

Filippo Ganna campione del mondo 2016 inseguimento

Filippo Ganna è il nuovo campione del mondo nell’inseguimento individuale. Il 19enne piemontese ha riportato in Italia un titolo che mancava dal 1978, quando a conquistarlo fu Francesco Moser, scrivendo così una pagina straordinaria del ciclismo su pista italiano.

Ai mondiali in corso a Londra Filippo ha anche migliorato il record italiano che resisteva dal 1996, quando lo stabilì Andrea Colonnelli ai Giochi Olimpici di Atlanta, quando Ganna era solo un neonato (è nato il 25 luglio 1996). Il record è arrivato nelle qualificazioni: l’azzurro ha fatto registrare 4’ 16” 127 (il precedente primato italiano era di 4’ 19” 699). In finale per l’oro, invece, con un tempo di 4’ 16” 141, ha surclassato il secondo classificato, ila desco Domenic Weinstein il cui tempo è di 4’ 18” 476.

Il bronzo è andato al britannico Andrew Tennant che ha battuto il suo connazionale Owain Doull in 4’ 18” 301 contro 4’ 18” 476. Insomma, guardando i tempi è evidente che Ganna è stato una spanna sopra i suoi avversari e ha conquistato la prima preziosissima medaglia dell’Italia in questi Mondiali.

Da segnalare finora le ottime prestazioni degli azzurri in particolare nell’inseguimento a squadre dove Elia Viviani, Liam Bertazzo, Simone Consonni e Francesco Lamon hanno stabilito il nuovo record italiano portandolo a 3’ 57” 800, hanno poi perso la finale per il bronzo contro la Danimarca. Nella stessa gara le ragazze, Simona Frapporti, Tatiana Guderzo, Francesca Pattaro e Silvia Valsecchi si sono piazzate al sesto posto, ma anch’esse hanno stabilito il nuovo record italiano portandolo a 4’ 26” 162.

Nell’Omnium, dopo tre gare, Elia Viviani è a quota 102 punti come il colombiano Fernando Gaviria che guida la classifica: nell’inseguimento l’azzurro si è piazzato al terzo posto (Gaviria primo), nello scratch Viviani di nuovo terzo, ma Gaviria solo decimo, nell’eliminazione Gaviria primo e Viviani sesto.

Queste tutte le medaglie assegnate finora:

Inseguimento individuale uomini:
Oro: Filippo Ganna (Italia)
Argento: Domenic Weinstein (Germania)
Bronzo: Andrew Tennant (Gran Bretagna)

Inseguimento a squadre uomini:
Oro: Australia (Sam Welsford, Michael Hepburn, Alexander Porter, Miles Scotson)
Argento: Gran Bretagna (Jonathan Dibben, Steven Burke, Owain Doull, Bradley Wiggins)
Bronzo: Danimarca (Lasse Norman Hansen, Frederik Madsen, Niklas Larsen, Casper Von Folsach)
Italia 4a (Liam Bertazzo, Simone Consonni, Filippo Ganna, Elia Viviani)

Inseguimento a squadre donne:
Oro: Usa (Sarah Hammer, Kelly Catlin, Chloe Dygert, Jennifer Valente)
Argento: Canada (Allison Beveridge, Jasmin Glaesser, Kirsti Lay, Georgia Simmerling)
Bronzo: Gran Bretagna (Laura Trott, Elinonr Barker, Ciara Horne, Joanna Rowsell-Shand)
Italia 6a (Simona Frapporti, Tatiana Guderzo, Francesca Pattaro, Silvia Valsecchi)

Inseguimento individuale donne:
Oro: Rebecca Wiasak (Australia)
Argento: Malformata Wojtyra (Polonia)
Bronzo: Annie Foreman-Mackey (Canada)
Beatrice Bartelloni 8a

Velocità a squadre uomini:
Oro: Nuova Zelanda (Edward Dawkins, Ethan Mitchell, Sam Webster)
Argento: Olanda (Hugo Haak, Jeffrey Hoogland, Nils Van ’T Hoenderdaal)
Bronzo: Germania (Joachim Ehlers, Rene Enders, Max Niederlage)

Velocità a squadre donne:
Oro: Russia (Daria Shmeleva, Voinova Anastasiia)
Argento: Cina (Jinjie Gong, Tianshi Zhong)
Bronzo: Germania (Kristina Vogel, Miriam Welte)

Scratch uomini:
Oro: Sebastian Mora Vedri (Spagna)
Argento: Ignacio Prado (Messico)
Bronzo: Claudio Imho (Svizzera)

Elia Viviani 12°

Scratch donne:
Oro: Laura Trott (Gran Bretagna)
Argento: Kirsten Wild (Olanda)
Bronzo: Stephanie Roorda (Canada)
Maria Giulia Gonfalonieri 14a

Kierin donne:
Oro: Kristina Vogel (Germania)
Argento: Anna Meares (Australia)
Bronzo: Rebecca James (Gran Bretagna)

1 km uomini
Oro: Joachim Eilers (Germania)
Argento: Theo Bos (Olanda)
Bronzo: Quentin Lafargue (Francia)

500 mt donne
Oro: Anastasiia Voinova (Russia)
Argento: Wai Sze Lee (Hong Kong)
Bronzo: Elis Ligtlee (Olanda)

Corsa a punti uomini:
Oro: Jonathan Dibben (Gran Bretagna)
Argento: Andreas Graf (Austria)
Bronzo: Kenny De Ketele (Belgio)

Foto © Federciclismo

  • shares
  • Mail