Sci | Rebensburg vince lo Slalom Gigante di St.Moritz, alla Brem la coppa di specialità

brem-coppa-specialita-gigante.jpg

Sci. Viktoria Rebensburg vince lo Slalom Gigante di St.Moritz ma non basta per conquistare la coppa di specialità che va a Eva Maria Brem, cui basta il quarto posto per beffare la tedesca e mantenere il primato per soli 2 punti.

E' stata una seconda manche emozionante. La Rebensburg, ottava nella prima manche, realizza una prestazione fenomenale e fa il vuoto sulle avversarie. Le uniche a rimanere sotto il secondo, la francese Borioz (+46") e Lara Gut, terza a +75". La Brem, scesa per ultima, doveva arrivare almeno quarta per conservare il primato nella coppa. L'austriaca accumula un notevole ritardo, rischia il sorpasso e la beffa ma, nel finale, raggiunge l'obiettivo per appena 4" sulla Gagnon, quinta. Sesta e nona, Brignone e Bassino.

Bello l'abbraccio al traguardo tra Rebensburg e Brem. Per l'austriaca, una bella rivincita dopo la delusione di un anno fa quanto, all'ultima gara, perse la coppa di gigante superata dalla connazionale Fenninger.

Lo Slalom speciale femminile di St.Moritz

slalom-gigante-femminile-st-moritz.jpg

Sci. Oggi con lo Slalom Gigante di St. Moritz si conclude la Coppa del mondo femminile.

Gara importante quella odierna in quanto assegna l'unico trofeo cui manca ancora un vincitore, la Coppa di Gigante femminile. A contendersela, due atlete, l'austriaca Eva Maria Brem e la tedesca Viktoria Rebensburg separate tra loro di 52 punti, un gap ridotto che tiene ancora ampiamente aperta la contesa.

Si comincia alle 9.30 con la prima manche. Start list con sole 27 partecipanti. Le due duellanti partiranno una dietro l'altra con la Rebensburg n°4 e la Brem quinta. Primo di loro Weirather, prima venerdì nel SuperG, e Lara Gut che, al termine del Gigante, riceverà la coppa di cristallo riservata alla vincitrice della classifica generale. La Brignone ha il numero 6 e punta a superare proprio la Gut, al terzo posto, nella graduatoria di specialità con l'elvetica che la precede 27 punti. Federica guida la rappresentativa azzurra, come al solito, sempre ben nutrita che comprende altre sei partecipanti, Bassino, Moelgg, Fanchini, Goggia, Marsaglia e le sorelle Curtoni.

La seconda manche è prevista alle 12 e sarà l'ultima parentesi di questa stagione sciistica al femminile che sarà ricordata per le assenze illustri (Maze, Fenninger), gli infausti infortuni (Vonn e Shiffrin) e la prima volta di una Gut, attesa il prossimo anno dalla sfida più importante, confermarsi con tutte le migliori in gara.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail