Volta a Catalunya 2016, quarta tappa: vittoria per De Gendt, maglia di leader per Quintana | Video

Quintana è arrivato secondo, terzo Porte e quarto Contador.

Thomas De Gendt della Lotto Soudal ha vinto la quarta tappa della Volta a Catalunya 2016 lunga 172,2 km da Bagà a Port Ainé dopo essere stato in fuga tutto il giorno e aver poi attaccato nel finale con una splendida azione sulla salita conclusiva. Dietro il belga si è piazzato Nairo Quintana della Movistar che è ora il nuovo leader della classifica generale. Richie Porte della BMC, invece, è riuscito a battere sul traguardo, con il colpo di reni, Alberto Contador della Tinkoff, conquistando così l’abbuono per il terzo posto.

La tappa è cominciata con un gpm di terza categoria nei primi dieci chilometri che ha visto transitare per primo Rein Taaramäe del Team Katusha. In seguito, dopo una serie di scatti, il gruppo si è diviso e finalmente si è formata una fuga di di otto corridori: Philippe Gilbert della BMC, Imanol Erviti della Movistar, Ruben Plaza dell’Orica GreenEdge, Thomas De Gendt della Lotto Soudal, Laurens Ten Dam del Team Giant-Alpecin, Kristijan Durasek della Lampre-Merida, Pieter Weening della Roompot Oranje Peloton, Boris Dron della Wanty-Groupe Gobert. A questi si sono poi aggiunti Ben Swift del Team Sky e Alexey Tsatevich del Team Katusha.

Il vantaggio massimo dei battistrada è stato di dieci minuti e mezzo. A poco meno di 90 km dal termine è cominciato il forcing del Team Sky che non solo ha fatto ridurre il distacco dai battistrada, ma ha anche fatto selezione nel gruppo, anche se tra coloro che sono rimasti indietro per qualche chilometro c’è stato proprio Geraint Thomas, che tuttavia è riuscito a rientrare e i suoi compagni hanno decelerato.

Sulla salita del Port de Cantó, gpm hors categorie, dal gruppo si è staccato Nathan Brown della Cannondale, seguito poi dal suo compagno André Cardoso, da Marc Soler e Dayer Quintana della Movistar, Dario Cataldo dell’Astana, Bjorn Thurau della Wanty Groppe Gobert e David Arroyo della Caja Rural, ma, mentre i battistrada scollinavano con 7’ 30” di vantaggio (Dron ha transitato per primo), questi inseguitori sono stati ripresi dal gruppo. In cima al gpm Erviti e De Gendt hanno allungato per imboccare la discesa da soli. Questi ultimi due sono poi stati raggiunti da Weening poco prima dello scollinamento sull’Alt de Enviny di prima categoria.

Sulla salita si è staccato dal gruppo Wouter Poels che ha trovato un aiuto nel compagno del Team Sky Ben Swift, che era stato tra i fuggitivi di giornata. Ai due si è unito anche Gilbert. Nel frattempo Erviti ha staccato gli altri due attaccanti, Weening e De Gendt, e all’inizio dell’ultima salita, quella di Port Ainé, aveva 50” di vantaggio sui primi inseguitori e 6’ sul gruppo principale. Lungo la salita Weening si è riportato su Erviti e lo ha superato.

Intanto Poels ha visto diminuire il vantaggio guadagnato rispetto al gruppo dal quale si è staccato Robert Gesink della LottoNL-Jumbo che ha raggiunto e superato il corridore del Team Sky, ma nel frattempo è arrivato dal gruppo, di gran carriera, Miguel Ángel López dell’Astana.

Negli ultimi due chilometri il redivivo De Gendt si è riportato su Weening, ormai in crisi, e lo ha staccato involandosi da solo verso il traguardo.
Dietro si è scatenata la bagarre tra i pretendenti alla classifica generale: il primo ad attaccare è stato Tejay Van Garderen della BMC, poi si è formato un gruppetto con l’americano, il suo compagno di squadra Richie Porte, Alberto Contador e Nairo Quintana che hanno superato l’ex attaccante Weening. Quintana, con una grande rimonta, è andato a prendersi il secondo posto dietro De Gendt e la maglia di leader della classifica generale.

Thomas De Gendt

Questi i primi dieci al traguardo della quarta tappa del Giro della Catalogna 2016:
1) Thomas De Gendt (Lotto-Soudal) 4h 52’ 04”
2) Nairo Quintana (Movistar) +1’ 08”
3) Richie Porte (BMC) +1’ 23”
4) Alberto Contador (Tinkoff) +1’ 23”
5) Tejay Van Garderen (BMC) +1’ 36”
6) Pieter Weening (Rompoot-Oranje Peloton) +1’ 36”
7) Ilnur Zakarin (Team Katusha) +1’ 41”
8) Chris Froome (Team Sky) +1’ 45”
9) Romain Bardet (AG2R La Mondiale) +1’ 45”
10) Daniel Martin (Etixx-Quick Step) +1’ 45”

E queste le prime posizioni in classifica generale:
1) Nairo Quintana (Movistar) 19h 01’ 43”
2) Alberto Contador (Tinkoff) +8”
3) Richie Porte (BMC) +17”
4) Daniel Martin (Etixx-Quick Step) +24”
5) Tejay Van Garderen (BMC) +27”
6) Romain Bardet (AG2R La Mondiale) +32”
7) Ilnur Zakarin (Team Katusha) +42”
8) Chris Froome (Team Sky) +46”
9) Hugh Carthy (Caja Rural) +1’ 01”
10) Rigoberto Uran (Cannondale) +1’ 16”

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail