Settimana Coppi e Bartali 2016: la seconda tappa a Firsanov, Finetto 2°

Sul podio anche Gianni Moscon.

Sergey Firsanov

Ancora la Gazprom RusVelo grande protagonista della Settimana Internazionale Coppi & Bartali 2016. Dopo la vittoria nella cronosquadre di ieri (seconda semitappa), che è valsa la maglia di leader a Artur Ershov, oggi è stato il suo compagno Sergey Firsanov il grande protagonista. Il russo ha tagliato il traguardo della seconda tappa Riccione-Sogliano al Rubiconde con un considerevole vantaggio rispetto al gruppo e si è preso anche la maglia di leader strappandola al compagno di squadra.

Ci sono voluti molti chilometri prima che riuscisse a evadere un gruppetto dal plotone che, seppur allungato, è stato a lungo compatto. C’è stata anche una caduta in salita che ha costretto al ritiro alcuni corridori. I quattro che sono riusciti ad allungare al km 43 sono stati: Kirill Pozdnyakov della Synergy Baku Cycling Project, Kenny De Ketele della Topsport Vlaanderen Baloise, Daniel Pearson del Team Wiggins e Daniel Turek del Cycling Academy Team.

Pozdnyakov è stato il primo a transitare sul gran premio della montagna di Torriana, mentre il gruppo ha scollinato con un ritardo di 2’ 42” che è poi sceso di mezzo minuto entro il km 70 ed è calato a 1’ 16” al km 81 soprattutto grazie al lavoro della squadra del leader della corsa, la Gazprom RusVelo.

Mentre il vantaggio dei battistrada diminuiva drasticamente, Pozdnyakov è riuscito a transitare per primo anche sul gpm i Monte Tiffi dopo il quale è rimasto da solo in testa alla corsa, mentre gli altri sono stati ripresi. Al km 99 anche Pozdnyakov è stato raggiunto e il gruppo è tornato compatto.

Sulla seconda salita del Monte Tiffi ha attaccato Stefano Pirazzi della Bardiani CSF alla cui ruota si è attaccato Firsanov della Gazprom RusVelo. In discesa il vantaggio di questi due corridori è aumentato. Prima della terza e ultima ascesa del Monte Tiffi Egan Arley Bernal Gomez della Androni Sidermec ha raggiunto i due battistrada e in salita Pirazzi è rimasto indietro rispetto al russo e al colombiano, ma quest’ultimo si è poi fatto riprendere dal gruppo in discesa.
Negli ultimi 5 km dietro a Firsanov, in fuga da solo con meno di mezzo minuto di vantaggio, si è formato un gruppetto di inseguitori, ma il russo è riuscito a tagliare il traguardo da solo e dietro di lui si sono piazzati Mauro Finetto della Unieuro Wilier al secondo posto e Gianni Moscon del Team Sky al terzo.

Questi i primi dieci al traguardo della seconda tappa:
1) Sergey Firsanov (Gazprom RusVelo) 3h 51' 51"
2) Mauro Finetto (Unieuro Wilier) +15"
3) Gianni Moscon (Team Sky) +17"
4) Antonio Santoro (Meridiana Kamen Team) +18"
5) Giulio Ciccone (Bardiani CSF) +18"
6) Andra Fedi (Southeast Venezuela) +21"
7) Pierpaolo Ficara (Amore & Vita) +21"
8) Sebastian Henao (Team SkY) +28"
9) Stefano Pirazzi (Bardiani CSF) +28"
10) Domen Novak (Adria Mobil) +39"

E queste le prime dieci posizioni della classifica generale dopo due giornate:
1) Sergey Firsanov (Gazprom RusVelo) 6h 21’ 40”
2) Mauro Finetto (Unieuro Wilier) +7”
3) Gianni Moscon (Team Sky) +19”
4) Andrea Fedi (Southeast-Venezuela) +20”
5) Sebastián Henao (Team Sky) +34”
6) Giulio Ciccone (Bardiani-CSF) +38”
7) Matteo Busato (Southeast-Venezuela) +41”
8) Rinaldo Nocentini (Italia) +45”
9) Rodolfo Andres Torres (Androni Sidermec) +45”
10) Stefano Pirazzi (Bardiani CSF) +48”

  • shares
  • Mail