Settimana Coppi e Bartali 2016: acuto di Pirazzi nell’ultima tappa. A Firsanov la generale

Sul podio della classifica generale dietro Firsanov ci sono Finetto e Moscon.

during the seventeenth stage of the 2014 Giro d'Italia, a 208km stage between Sarnonico and Vittorio Veneto on May 28, 2014 in Vittorio Veneto, Italy.

Stefano Pirazzi della Bardiani CSF ha vinto la quarta e ultima tappa della Settimana Internazionale Coppi e Bartali 2016 grazie a un assolo nel finale che gli ha permesso di vincere per distacco. Dietro di lui si sono piazzati Clemens Fankhauser del Tirol Cycling Team e Mauro Finetto della Unieuro Wilier.
La classifica generale finale è vinta da Sergey Firsanov della Gazprom-RusVelo, mentre al secondo posto si piazza Mauro Finetto della Unieuro Wilier e al terzo troviamo Gianni Moscon del Team Sky.

La corsa oggi a Pavullo è cominciata subito a gran velocità, ci sono stati vari tentativi di fuga, ma quello che è andato in porto per è un po’ è stato quello avviato da Marco Tizza della D'Amico-Bottecchia, Grega Bole della Nippo-Vini Fantini, Ivan Balykin della GM Europa Ovini e Oleksandr Polivoda del Kolss BDC Team.

Lungo la salita del gpm di Castagneto il Team Sky ha forzato l’andatura e il gruppo si è diviso in più tronconi. Sulla salita di Crocette al comando sono rimasti Tizza e Bole, mentre gli altri due hanno perso terreno e al km 113 sono stati ripresi. Poco dopo è scattato Sebastian Henao che è rientrato sui fuggitivi e prima del gpm sono stati tutti ripresi. Sulla salita è stato Sergey Firsanov a transitare per primo. A questo punto si sono mossi Mikel Landa del Team Sky e Damiano Cunego della Nippo-Vini Fantini, ma solo il primo dei due ha insistito nell’azione, mentre l’italiano si è arreso praticamente subito. Lo spagnolo è stato in seguito raggiunto dal compagno di squadra Lopez Garcia e da Stefano Pirazzi della Bardiani e Rodolfo Torres dell’Androni. Il vantaggio di questi nuovi quattro battistrada è stato di circa un minuto.

Sull’ultima salita ha attaccato Pirazzi, Torres ha risposto, Landa è rimasto indietro per un po’, poi è rientrato sulla coppia di testa. Intanto dal gruppo sono scattati tre contrattaccanti, Danilo Celano della Amore & Vita, Sebastian Henao e Egan Arley Bernal della Androni cui si sono in seguito aggiunti Gianni Moscon del Team Sky, Mauro Finetto della Unieuro Wilier e Antonio Santoro del Meridiana Kamen Team. Moscon si è poi staccato venendo ripreso da un altro gruppo guidato da Rinaldo Nocentini della selezione italiana, mentre in testa è arrivato Firsanov e con lui, Pirazzi, Torres, Landa, Henao, Berna, Finetto e Santoro si è creato un nuovo gruppo in testa alla corsa.

Dopo lo scollinamento dal terzo e ultimo gpm, negli ultimi 8 km, Pirazzi ha tentato un altro attacco solitario mentre alle sue spalle il gruppo è tornato compatto, ma non è riuscito a riprendere il corridore della Bardiani che è arrivato al traguardo a braccia alzate.

Questi i primi dieci classificati nell’ultima tappa:
1) Stefano Pirazzi (Bardiani-CSF)
2) Clemens Fankhauser (Tirol Cycling Team)
3) Mauro Finetto (Unieuro Wilier)
4) Matteo Busato (Southeast-Venezuela)
5) Eliot Lietaer (Topsport Vlaanderen-Baloise)
6) Sergey Firsanov (Gazprom-RusVelo)
7) Rinaldo Nocentini (Italia)
8) Danilo Celano (Amore & Vita - Selle SMP)
9) Giulio Ciccone (Bardiani-CSF)
10) Egan Arley Berna (Androni Giocattoli-Sidermec)

E queste le prime dieci posizioni della classifica generale finale:
1) Sergey Firsanov (Gazprom-RusVelo) 14h 14’ 58”
2) Mauro Finetto (Unieuro Wilier) +3”
3) Gianni Moscon (Team Sky) +19”
4) Stefano Pirazzi (Bardiani-CSF) +21”
5) Sebastian Henao (Team Sky) +34”
6) Giulio Ciccone (Bardiani-CSF) +38”
7) Matteo basato (Southeast-Venezuela) +41”
8) Rinaldo Nocentini (Italia) +45”
9) Eliot Lietaer (Topsport Vlaanderer-Baloise) +49”
10) Rodolfo Andres Torres (Androni-Sidermec) +54”

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail