Wta Miami 2016 | Azarenka batte Kerber, in finale c'è la Kuznetsova

azarenka-wta-miami-2016-finale.jpg

Wta Miami 2016. Azarenka e Kuznetsova in finale. Sconfitte la Kerber (6-2; 7-5) e la Bacsinszky, 7-5; 6-3. L'epilogo si disputerà sabato 2 aprile alle 19 ora italiana.

Azarenka - Kerber

Prosegue la striscia vincente della Azarenka che vendica la sconfitta subita dalla Kerber nei quarti di finale dell'Australian e si impone 6-2; 7-5 in poco più di un'ora e mezza di gioco. Punteggio spezzettato da vari break. Nel primo, l'ex numero uno del mondo breakka l'avversaria nei primi tre turni in battuta. Nel secondo, la Kerber rimonta per tre volte un break di svantaggio, l'ultimo con la Azarenka al servizio per chiudere la contesa sul 5-4, peraltro senza arrivare a match point.

Completata la rimonta, la Kerber non riesce a sorpassare la bielorussa che si riprende immediatamente un ulteriore break di vantaggio nell'undicesimo game e lo conferma a 15 per la seconda semifinale consecutiva in un Premier Mandatory dopo quella di Indian Wells. Dovesse riuscire a imporsi anche a Miami, la Azarenka diventerebbe la terza tennista a centrare la doppietta nei due tornei americani. Continua inoltre la scalata nel ranking. Indipendentemente dall'esito della finale, Vika da lunedì salirà al quinto posto della graduatoria.

Kuznetsova - Bacsinzsky

Primo set equilibrato e scandito dalla successione dei servizi nonostante vari break point non concretizzati dalle due contendenti, 4 per la Bacsinszky e 2 per la Kuznetsova. Quest'ultima se ne procura un altro sul 6-5; 30-40 e lo concretizza con una volée alta di dritto che gli vale la conquista del parziale.

Nella seconda frazione la partita cala di intensità anche a causa del grande caldo che invade Crandon Park. Cinque break nei primi sei game scandiscono il punteggio. La Kuznetsova rimane sempre in vantaggio e avanti 5-3 va a servire per la finale. La Bacsinszky non molla e si procura tre break point per avvicinare l'avversaria. Tra errori dell'elvetica e vincenti, la russa si salva e completa l'opera con uno splendido rovescio incrociato. Svetlana torna in finale dopo 10 anni. Nel 2006, sconfisse la Sharapova all'epilogo, 6-4; 6-3.

Wta Miami 2016 | Le semifinali

Wta Miami 2016. Oggi le due semifinali. Alle 19 si inizia con Bacsinszky-Kuznetsova. Stanotte non prima delle 3, la sfida tra Kerber e Azarenka.

Indubbiamente la prima semifinale tra Bacsinszky e Kuznetsova non era nemmeno pronosticabile alla vigilia del torneo in una parte di tabellone nella quale figuravano S.Williams, Radwanska e Halep, le tre teste di serie più accreditate, eliminate proprio dalle due protagoniste del match inaugurale di giornata.

Fantastico il cammino dell'elvetica. Assente da Miami da 4 edizioni, l'elvetica ha battuto, dopo il debutto vincente con la Gasapryan, Ivanovic, Radwanska e Halep, non certo tre sprovvedute, raggiungendo la seconda semifinale in carriera in un Premier Mandatory, impresa che le era riuscita lo scorso autunno a Pechino. Prima di lei solo un'altra svizzera ci era riuscita a Miami. Facile intuire chi sia stata, Martina Hingis.

La Kuznetsova, dal canto suo, ha ottenuto quello che sicuramente è stato il risultato più sorprendente della kermesse, ovvero il ko inferto a Serena Williams, campionessa in carica, agli ottavi. Non paga, Svetlana, si è ripetuta con la connazionale Makarova ai quarti ed ora eccola pronta a centrare la seconda finale stagionale dopo quella disputata e vinta a Sydney, a gennaio, contro la Puig.

timea-bacsinszky-wta-miami-2016.jpg

Kerber e Azarenka si ritrovano contro stanotte a due mesi di distanza dal quarto di finale dell'Australian Open vinto dalla tedesca, futura campionessa, in due set 6-3; 7-5. Quella di Melbourne è stata l'unica sconfitta stagionale della Azarenka se si esclude il ritiro per infortunio da Acapulco. E' in gran forma l'ex numero del mondo che, a Miami, ha proseguito la striscia vincente iniziata a Indian Wells, battendo Puig, Linette, Muguruza e Konta.

La Kerber, dopo due eliminazioni al primo turno a Indian Wells e Doha, si è riscattata in Florida, agevolata anche da un tabellone non impossibile (Strycova, Bertens, Babos e Keys). Pronostico favorevole alla Azarenka anche se un epilogo diverso non può essere certo considerato una sorpresa.

Entrambe le semifinali saranno trasmesse in diretta su Supertennis e in streaming su supertennis.tv.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail