Pallanuoto, Preolimpico 2016 | Italia-Romania 8-7, azzurri qualificati a Rio 2016

pallanuoto-italia-qualificata-olimpiadi-2016.jpg

Pallanuoto. Preolimpico 2016. L'Italia batte nei quarti la Romania 8-7 con gol decisivo allo scadere di Figlioli e si qualifica alle Olimpiadi di Rio 2016.

Primo quarto (2-0): Passano 20 secondi e l’Italia va in vantaggio con Figlioli. Gli azzurri controllano e vanno vicini al raddoppio con il palo di Aicardi da distanza ravvicinata. Di Popoviciu la prima occasione rumena sventata con una gran parata da Tempesti. Il Settebello colpisce di nuovo al sesto minuto con Baraldi il cui tiro respinto dal portiere tocca il palo e varca i pali. Sotto 2-0, la Romania impegna di nuovo Tempesti con Negrean. A 50” dal termine, Giorgetti viene fermato dalla traversa.

Secondo Quarto (4-2): Al 2 minuto, Aicardi si rende pericoloso in area rumena ma il tiro del centroboa, contrato da due difensori, si adagia sul palo. La sfortuna azzurra prosegue con la bordata di Figlioli che si infrange sulla traversa. I rumeni si affacciano dalle parti di Tempesti al 6’ e Ghiban insacca da posizione centrale. Nulla da fare per l’esperto portiere azzurro, non irreprensibile sul tiro di Gheorghe per l’inaspettato e immediato 2-2 che azzera quanto fatto precedentemente dal Settebello. Ci pensa Luongo al termine di un’azione corale in superiorità a riportarci in vantaggio con un tiro preciso all’incrocio dall’angolo. Il 3-2 dura tuttavia pochissimo. E’ ancora Gheorghe a ristabilire l’equilibrio con un gol in tutto simile a quello dello stesso Luongo (3-3). Poco prima dell’intervallo, Di Fulvio segna la rete del nuovo allungo azzurro (4-3) che resiste fino alla sirena.

Terzo Quarto (7-6): Inizio spumeggiante con 4 reti che mantengono inalterate le distanze (5-6) con gli azzurri che, ripresi due volte sul doppio vantaggio, non riescono a scrollarsi di dosso gli avversari. La situazione si complica quando Ghiban a 2’ dal termine insacca la rete del 6-6 che rimette di nuovo in bilico la partita. L’ennesima rimonta rumena frena gli azzurri fino alla staffilata di Figlioli a 30” dal termine. Un missile quello dell’attaccante che riporta in avanti 7-6 allo scadere della frazione.

Ultimo Quarto : L'Italia prova a distanziare ulteriormente i rumeni in avvio ma il primo pericolo lo crea Negrean con la traversa colpita con un pallonetto. E' il preludio a un altro pareggio che arriva poco dopo con la tripletta di Gheorghe per il 7-7 al terzo minuto. L'Italia si riversa in avanti ma il portiere rumeno, Tic, è insuperabile. Un brivido attraversa il pubblico triestino quando la conclusione di Theoari impatta sulla traversa. Stesso destino, sul ribaltamento di fronte, per Figlioli.

Mancano due minuti al termine quando Campagna chiama il timeout. Si torna in campo e una deviazione di Tempesti stoppa il tiro di Gheorghe diretto all'incrocio. A 44" dalla conclusione, altro time out di Campagna. Si riprende con l'Italia in avanti. L'espulsione di un difensore rumeno ci manda in superiorità prima dell'apoteosi che si scatena con il gol di Figlioli a 7" dalla sirena che ci manda, con tanta sofferenza, a Rio 2016.

Qualificazione sofferta a Rio 2016 anche per l’Ungheria (8-7 alla Germania) e la Spagna (8-7 al Canada). La Francia la spunta ai rigori sull’Olanda dopo l’8-8 alla sirena. I transalpini mancavano dall’Olimpiade da 24 anni.

Pallanuoto, Torneo Preolimpico | Italia-Romania

italia-romania-pallanuoto-preolimpico-2016.jpg

Pallanuoto. Preolimpico 2016. Stasera, alle 20.30, l'Italia affronta la Romania nel match di quarti di finale. Sfida decisiva. Chi la vince si qualifica a Rio 2016 indipendentemente dal posizionamento conclusivo nel torneo di Trieste.

Il Settebello si presenta al match odierno da primo classificato nel girone B grazie alle larghe vittorie su Kazakhstan, Sudafrica, Olanda e Germania. Una sola sconfitta, di misura, con la Spagna, l'avversario di gran lunga più competitivo del gruppo. Un cammino senza infamia e senza lode per i nostri che hanno raggiunto l'obiettivo minimo alla vigilia.

Ora bisogna completare l'opera contro una Romania cui è bastata un'unica vittoria (con la Slovacchia) per conquistare il quarto posto nel girone A, l'ultimo utile per accedere alla seconda fase. Nelle altre quattro partite, i rumeni hanno pareggiato con Canada e Russia e perso con Ungheria e Francia.

Indubbiamente un quarto di finale favorevole per l'Italia. La Romania ci ha battuto un'unica volta nell'ultima decade. E' accaduto in un incontro di World League del 2009 terminato 12-10. Nelle successive cinque partite, altrettante affermazioni per gli azzurri. L'ultima nel recente campionato europeo di Belgrado (11-5).

Nonostante le inevitabile previsioni di vittoria e conseguente qualificazione olimpico, il c.t Sandro Campagna mette in guardia i suoi

La Romania è una squadra che merita rispetto. Difende bene ed è molto aggressiva. Radu è un fortissimo centroboa e ha al suo fianco giocatori di esperienza e qualità

Prima di Italia-Romania, gli altri tre match di quarti. Si comincia alle 16 con Ungheria-Germania. A seguire il Canada di Porzio contro la Spagna. Alle 19, la Francia fronteggia la sorprendente Olanda.

Per seguire gli azzurri in tv, bisogna sintonizzarsi su Raisport 1 dalle 20.30. Diretta streaming gratuita su raisport.rai.it o tramite l'applicazione rai.tv

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail