Atp Montecarlo 2016 | Ai quarti Federer, Nadal e Murray | Risultati del 14 aprile

Atp Montecarlo 2016. I risultati degli ottavi di finale disputati giovedì 14 aprile.

17.40: Federer elimina Bautista Agut 6-2-; 6-4 e conquista una facile qualificazione ai quarti.

Primo set in perfetto stile Federer. Tutto molto rapido, tutto troppo facile per l’elvetico che gioca a velocità doppia rispetto all’avversario e lo domina con 4 game consecutivi dal 2-2. Roger avrebbe l’opportunità di uccidere il match a inizio secondo set ma spreca la palla break capitatagli nel turno inaugurale in battuta dell’avversario. Scampato il pericolo, nel secondo gioco, è Bautista a impensierire per la prima volta Federer in risposta ma lo svizzero respinge prontamente l’assalto con cinque punti di fila dallo 0-40. La parità resiste fino al 4-4. A Roger basta una piccola accelerata per piazzare il quasi inevitabile break a 0 e azzerare le velleità di Bautista che si arrende al 6-4 e all’undicesimo set di fila perso con l’elvetico atteso, domani, da Tsonga (6-4; 6-4 a Pouille)

federer-bautista-atp-montecarlo-2016.jpg

17.05: Monfils azzera le ambizioni di Vesely , lo batte nettamente 6-1; 6-2 e conquista il terzo quarto di finale consecutivo in altrettanti Masters stagionali. E' bastata un'ora di gioco al francese per avere la meglio dell'avversario che, di fatto, ha esaurito tutte le energie nel match di ieri con Djokovic. Subito il break nel game inaugurale dell'incontro, Monfils ha iniziato un assolo di 7 game di fila per il 6-1; 1-0. Nel secondo set, Vesely perde il servizio nel terzo game e non ha chance per rimontare.

16.15: Nadal supera Thiem 7-5; 6-3 e approda ai quarti contro Wawrinka.
Il primo set dura un’ora e mezza ed è più inteso che ben giocato da entrambi. Scambio di break in avvio poi, dal 3-3, comincia la sofferenza nei turni di battuta. Sono ben 12 le palle break sprecate da Thiem in tre game in risposta, uno dei quali, sul 4-4, dura addirittura 16 minuti con Rafa che si salva, anche per il poco cinismo dell’avversario, al 19esimo punto giocato. Le tante occasione sprecate sono un autentico fardello per l’austriaco che si ritrova nella spiacevole situazione di servire per salvare il set, sotto 6-5. Proprio nel momento decisivo, la battuta abbandona l’austriaco che con due doppi falli consegna il 7-5 a Nadal, punteggio francamente immeritato.

La seconda frazione è simile alla precedente nella dinamica del punteggio. Nadal recupera immediatamente un break di svantaggio, assesta il servizio e piazza l’allungo decisivo sul 4-3 con Thiem che capitola ai vantaggi. Avanti 5-3, Rafa non si lascia sfuggire l’occasione di raggiungere il suo undicesimo quarto di finale a Montecarlo. Una vittoria quella odierna, non bella, ma che può dargli sicuramente morale per la fase decisiva del torneo.

nadal-thiem-atp-montecarlo-2016.jpg

15.25: Wawrinka domina Simon 6-1; 6-2 e torna tra i migliori otto di Montecarlo a due anni dal trionfo del 2014. Match che si è rivelato più rapido del previsto e con un punteggio decisamente sorprendente visto il rendimento recente dell'elvetico. Le ambizioni di rimonta di Simon con i tre break point falliti da 0-40 sotto 2-1 nel secondo set.

13.50: Murray è il primo qualificato ai quarti. Sconfitto Paire in rimonta, 2-6; 7-5; 7-5. Sembrava avviata a una rapida conclusione la partita con Paire in vantaggio 2-6; 2-4 nel secondo poi Murray si sveglia e dà dimostrazione di tenere al match avviando la rimonta che inizia con il controbreak nell’ottavo game per il 4-4 e il successivo nuovo allungo sul 6-5 con Paire che, costretto a servire per salvare il parziale, capitola ai vantaggi, subendo un improvvido break da 40-0. Nonostante il colpo subito, Paire continua a infastidire Murray nella terza frazione.

Quattro i break point annullati dallo scozzese che perde il servizio sul 4-4 in un combattuto ottavo game durato quasi dieci minuti, nel quale il francese tira di tutto e viene premiato dal dritto vincente al terzo BP. Al servizio per chiudere l’incontro, Paire si incarta, sente troppo il momento e con un doppio fallo regala l’immediato controbreak al rivale che impatta 5-5 e lo supera mettendogli ulteriore pressione. Murray sente il momento favorevole, attacca in risposta e sul 15-40 raggiunge i quarti grazie al doppio fallo del rivale, il peggiore dei modi per chiudere una partita ben giocata fino a 5 minuti dal termine.

Ai quarti, Murray affronterà Raonic che impiega due ore e mezza per piegare un ottimo Dzumhur 3-6; 6-4; 7-6(5). Vittoria simile a quella del collega per il canadese che ha rimontato da un set di svantaggio e 2-4 nel secondo. Nel terzo, scandito dalla successione dei turni di servizio, Milos ha prevalso laddove è uno dei più forti, nel tie break conquistato al primo match point, 7-5, con un errore del bosniaco.

murray-ottavi-atp-montecarlo-2016.jpg

Atp Montecarlo 2016 | Risultati ottavi, 14 aprile

Murray b. Paire 2-6; 7-5; 7-5
Nadal b. Thiem 7-5; 6-3
Federer b. Bautista Agut 6-2; 6-4
Raonic b. Dzumhur 3-6; 6-4; 7-6(5)

Wawrinka b. Simon 6-1; 6-2
Tsonga b. Pouille 6-4; 6-4
Granollers b. Goffin 7-6; 6-4
Monfils b. Vesely 6-1; 6-2

Atp Montecarlo 2016 | Programma ottavi, 14 aprile

Atp Montecarlo 2016. Oggi gli ottavi di finale al Principato, tutti in un giorno come da consuetudine.

Sul Centrale, aprono le ostilità alle 11, Murray e Paire al loro primo confronto diretto. Per lo scozzese un debutto poco convincente con Herbert, superato solo al terzo set. Il francese, invece, ha dovuto annullare un match point all'esordio con Cervantes per poi rifarsi con Sousa, sconfitto in due. Per il vincitore, ai quarti, Raonic o Dzumhur, in campo alla stessa ora. Milos è reduce da una sfida molto combattuta con Cuevas durata due ore e mezza. Il bosniaco è in fiducia dopo la bella affermazione su Berdych, la seconda contro un top ten dopo quella con Nadal a Miami. Pronostico, tuttavia, dalla parte di Raonic anche in due set.

Alle 13 circa, Nadal sfida Thiem a due mesi di distanza dalla sconfitta subita in semifinale a Buenos Aires. Match che può riservare non poche insidie al maiorchino che, ieri, si è limitato al minimo sindacale con Bedene. Thiem, nonostante un fastidio al piede e una certa stanchezza dopo una prima parte di stagione senza pause, può legittimamente ambire alla qualificazione all'eventuale quarto con Wawrinka o Simon, altro incontro interessante che si rigioca a un anno di distanza dalla netta vittoria dell'elvetico, in tre set, negli ottavi del Roland Garros.

federer-ottavi-atp-montecarlo-2016.jpg

Nel pomeriggio, torna in campo anche Federer. Dopo il facile esordio con Garcia Lopez, Roger incrocia un altro iberico, Bautista Agut. Per la prima volta i due si confrontano sul rosso. Finora, in quattro confronti diretti, altrettante vittorie di Federer senza concedere un set al rivale. Nonostante la pericolosità di Bautista sul rosso, sarebbe indubbiamente una sorpresa se Roger, al secondo match dopo il rientro dall'infortunio, non riuscisse a centrare i quarti e a migliorare il risultato dello scorso anno quando si fermò proprio agli ottavi, sconfitto da Monfils. Dovesse qualificarsi, per Roger, quarto con il vincitore del derby francese tra Tsonga e Pouille che chiude il programma sul Centrale.

Vesely, protagonista ieri della sorprendente eliminazione di Djokovic, proverà a confermarsi contro Monfils. Vedremo se anche al ceco si applicherà la regola "inventata" da Rino Tommasi stando alla quale sono alte le probabilità di immediata sconfitta di un tennista che il giorno prima ha conseguito un risultato inaspettato contro uno dei big.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail