Rio 2016: Irma Testa prima pugilessa italiana qualificata alle Olimpiadi

Per la prima volta nella storia del pugilato italiano una donna si qualifica ai Giochi Olimpici.

Irma Testa prima pugilessa italiana alle Olimpiadi

Il pugilato è uno sport che all’Italia regala spesso grandi soddisfazioni ai Giochi Olimpici, ebbene, quest’anno una notizia importantissima da questa disciplina arriva ancor prima che le Olimpiadi di Rio comincino: Irma Testa è la prima pugilessa italiana a qualificarsi alla competizione a cinque cerchi.

Il pugilato femminile è stato inserito a Londra 2012, ma l’Italia non era riuscita a far qualificare nessuna delle sue atlete. A Rio, invece, la nazionale azzurra schiererà Irma Testa, 18enne di Torre Annunziata che con i suoi 60 kg è riuscita a conquistare il pass olimpico battendo la bulgara Stanava nel torneo di qualificazione a Samsun, in Turchia.

Irma ha già ottenuto importanti traguardi nelle categorie giovanili: ha infatti vinto l’argento nella seconda edizione dei Giochi Olimpici Diovanini Estivi 2014 a Nanchino, un titolo mondiale e un titolo europeo.

Irma proviene da una famiglia borghese, frequenta il terzo anno di ragioneria e ha una passione per Charlie Chaplin, Frida Kahlo e il suo allenatore Zurlo, per cui prova una grande ammirazione e con il quale è in totale sintonia.

La qualificazione di Irma Testa è la terza nel pugilato per Rio 2016: si sono infatti già qualificati Valentino Manfredonia e Clemente Russo. Per quest’ultimo sarà la quarta partecipazione alle Olimpiadi.

  • shares
  • Mail