Pistorius: "Picchiò Reeva con una mazza da cricket"

Oscar Pistorius avrebbe prima aggredito Reeva Steenkamp con una mazza da cricket, poi l’avrebbe raggiunta dietro la porta del bagno da cui avrebbe fatto fuoco. È la nuova ipotesi che viene fuori dal libro "Oscar vs The Truth", scritto dai forensi Calvin e Thomas Mollett. In attesa della sentenza nei confronti dell’ex atleta paralimipico, che rischia la condanna per omicidio volontario, vi sarebbero nuovi dettagli in merito a quanto accaduto la notte di San Valentino del 2013.

La mazza da cricket, rinvenuta dagli inquirenti sulla scena del crimine, sostengono i due forensi, sarebbe stata utilizzata da Pistorius non contro la porta del bagno, bensì contro la stessa Reeva. L’ipotesi sarebbe confermata anche dalla testimonianza della vicina che quella notte udì le grida di una probabile lite tra Pistorius e la sua compagna, dalle foto della scena del crimine e dai rapporti autoptici. Il manico della mazza da cricket, dunque, si sarebbe ritorto in seguito alla colluttazione, che spiegherebbe anche alcune lesioni rinvenute sul corpo della malcapitata modella.

Pistorius vs Reeva: la ricostruzione

Secondo i fratelli Mollet, dunque, Pistorius e Reeva avrebbero avuto una lite prolungata: dalle parole si sarebbe passati ai fatti, con l’ex atleta che avrebbe colpito la ragazza con la mazza da cricket, costringendola a rifugiarsi in bagno, dove poi fu raggiunta dai colpi di pistola esplosi dallo stesso fidanzato. Il prossimo mese è attesa la sentenza: Pistorius rischia una condanna per omicidio volontario.

Pistorius pestaggio Reeva

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail