Giro del Trentino 2016: a Kangert la terza tappa, Landa sempre leader | Video

Sul podio anche Patrick Konrad e Romain Bardet.

L’Astana torna a lasciare il segno sul Giro del Trentino 2016 grazie alla vittoria di Tanel Kangert nella terza frazione da Sillian a Mezzolombardo, lunga 204,6 km e con due gran premi della montagna di prima categoria.

L’estone ha trovato il guizzo vincente negli ultimi 2 km ed è arrivato al traguardo tutto solo con ben 10” di vantaggio sui primi inseguitori, ossia Patrick Konrad della Bora-Argon 18 e Romain Bardet dell’AG2R La Mondiale che salgono con lui sul podio odierno più un gruppetto di altri corridori tra cui la Maglia Ciclamino Mikel Landa del Team Sky, che resta leader della corsa con 8” di vantaggio su Kangert.

La fuga di giornata è riuscita a partire molto tardi, dopo oltre 50 km, perché il gruppo non lasciava spazio a nessuno. NE sono stati protagonisti Cesare Benedetti della Bora-Argon 18, Samuele Conti della Southeast-Venezuela, Iuri Filosi della Nippo-Vini Fantini, Marco Tizza della D’Amico-Bottecchia, Marco Zamparella della Amore&Vita, Evgeny Shalunov della Gazprom-RusVelo, Antonio Molina della Caja Rural, Meher Hasnaoui della SkyDive Dubai e Evgeny Zverkov della Norda-MgKVis.

Il vantaggio massimo dei battistrada è stato di 3’ 39” al km 70, ossia quando c’è stato lo sprint per il traguardo volante a Bressanone. Dopo il gap del gruppo è diminuito sempre di più e i battistrada sono stati raggiunti, dopo un lungo inseguimento, da Magno Prado Nazaret della selezione brasiliana che poi è anche scattato e alla sua ruota sono rimasti, tra i fuggitivi, solo Benedetti, Tizza, Zamparella, Filosi, Molina e Shalunov.

Il distacco dei battistrada all’inizio del gpm di Fai Della Paganella era di un minuto o poco più e Benedetti ha provato ad attaccare, ma nel frattempo si sono mossi i big che hanno cercato di mettere in difficoltà Mikel Landa che però è riuscito a rispondere a tutti gli attacchi, anche se alla fine è rimasto senza compagni, ma da solo è riuscito comunque a controllare i distacchi. La testa del gruppo ha così ripreso i battistrada ed è cominciata la lotta tra scalatori. Si è formato un gruppetto di una decina di corridori, tra i quale Kangert con il compagno di squadra Jakob Fuglesang, Domenico Pozzovivo, Romain Bardet e Christophe Péraud dell’AG2R, Sergey Firsanov della Gazprom RusVelo.

Lungo la discesa dal gpm di Fai della Paganella i tre uomini dell’AG2R hanno attaccato a ripetizione, ma la loro azione è stata inutile, mentre è stato più bravo Kangert a trovare il momento giusto per sferrare il suo attacco decisivo e fare il vuoto arrivando al traguardo a braccia alzate.

Giro del Trentino 2016: a Kangert la terza tappa

Questi i primi dieci all’arrivo della terza tappa:
1) Tanel Kangert (Astana) 5h 05' 27"
2) Patrick Konrad (Bora-Argon 18) +10"
3) Romain Bardet (AG2R-La Mondiale) +10''
4) Jakob Fuglsang (Astana) +10''
5) Sergey Firsanov (Gazprom-Rusvelo) +10''
6) Mikel Landa (Team Sky) +10''
7) Emanuel Buchmann (Bora-Argon 18) +10''
8) Jean-Christophe Péraud (AG2R-La Mondiale) +10''
9) Egan Bernal (Androni-Sidermec) +10''
10) Domenico Pozzovivo (AG2R-La Mondiale) +10''

E queste le prime posizioni della classifica generale quando manca una sola tappa, quella di domani da Malè a Cles:
1) Mikel Landa (Team Sky)
2) Tanel Kangert (Astana) +8"
3) Jakob Fuglsang (Astana) +10"
4) Sergey Firsanov (Gazprom-Rusvelo) +15"
5) Romain Bardet (AG2R-La Mondiale) +20"
6) Patrick Konrad (Bora-Argon 18) +20"
7) Domenico Pozzovivo (AG2R-La Mondiale) +24"
8) Emanuel Buchmann (Bora-Argon 18) +26”

Foto © Giro del Trentino

  • shares
  • Mail