Giro del Trentino 2016: a Landa la generale, a Kangert l’ultima tappa | Video

Grandi protagonisti nel corso della tappa Vincenzo Nibali e Stefano Pirazzi.

Mikel Landa ha vinto il Giro del Trentino 2016 ed è il primo spagnolo a riuscire in questa impresa. Il Team Sky, che l’anno scorso si era imposto con Richie Porte, conserva dunque la Maglia Ciclamino pur avendo cambiato capitano. Un successo meritato per Landa che ha lottato fino alla fine impennandosi in prima persona a chiudere i buchi creati dagli avversari. Nella tappa odierna il basco è stato capace di piazzarsi al terzo posto difendendo, per un pelo, il primato messo a serio rischio da Tanel Kangert dell’Astana che si è aggiudicato la frazione grazie allo sprint finale a ranghi ridotti, bissando così il successo di ieri, ma sfiorando il primato per soli 2”. Al secondo posto si è piazzato Matteo Busato della Southeast-Venezuela. Grandi protagonisti anche Vincenzo Nibali dell’Astana, che è stato a lungo in fuga nella prima parte della tappa, e Stefano Pirazzi della Bardiani-CSF, che ha attaccato a ripetizione negli ultimi chilometri.

La tappa di oggi, da Malè a Cles, lunga 161,1 km con tre gran premi della montagna, è partita poco dopo mezzogiorno. Molto presto il gruppo si è diviso in tronconi, soprattutto grazie al ritmo imposto dall’Astana in salita. Intorno al 40° km è stato Vincenzo Nibali ad attaccare e solo Damiano Cunego della Nippo-Vini Fantini gli ha risposto subito, mentre poco dopo sulla coppia di italiani si è portato Alexander Foliforov della Gazprom-RusVelo. Il Team Sky si è allora occupato di dettare il ritmo al gruppo.

Al traguardo volante di Romallo (al km 58,6) Cunego ha transitato davanti a Nibali e Foliforov, mentre al gpm di Fondo (al km 70,6) è stato lo Squalo dello Stretto a passare per primo davanti al russo e a Cunego e lo stesso è successo al gpm di Marcena di Rumo, quando il vantaggio dei tre battistrada è salito a oltre due minuti.

Sulla salita di Forcella di Brez Cunego non è riuscito a restare a ruota di Nibali e Foliforov che hanno dunque proseguito da soli, mentre in testa al gruppo l’AG2R La Mondiale si è messa ad aiutare il Team Sky.

Romain Bardet è scattato per raggiungere i fuggitivi e alla sua ruota si è attaccato Michele Scarponi. I due hanno raggiunto Nibali e Foliforov, poi sul gruppo di testa sono rientrati anche Mikel Landa del Team Sky, Domenico Pozzovivo dell’AG2R, Jakob Fuglesang dell’Astana e Sergey Firsanov della Gazprom RusVelo. Nibali e Foliforov sono poi rimasti indietro, mentre in testa al gruppetto è scattato Pozzovivo, ma la sua azione non è stata efficace e in cima al gpm di Forcella di Brez è stato Firsanov a transitare per primo davanti a Landa, Fuglsang, Bardet e poi Pozzovivo e Scarponi.

Ai sei uomini rimasti in testa si sono poi aggiunti Tanel Kangert dell’Astana e Hubert Dupont dell’AG2R, poi proprio quest’ultimo, insieme con Scarponi, ha accelerato. I due attaccanti si sono staccati dal gruppetto di Landa sul quale nel frattempo sono rientrati altri uomini.

A una quindicina di chilometri dal termine è arrivato l’attacco di Stefano Pirazzi della Bardiani-CSF che ha raggiunto Scarponi e Dupont e su di loro è arrivato anche Matteo Busato della Southeast-Venezuela. Ai -11 km il vantaggio dei quattro battistrada sul gruppo di Landa era di soli 13” e poco dopo si è formato un unico gruppo di quindici corridori al comando. A questo punto il primo a tentare l’attacco è stato Pirazzi, ma Fuglsang prima lo ha stoppato, poi ha attaccato da solo, ma ci ha pensato Landa a evitare che andasse via. Il danese, tuttavia, non si è arreso e ha tentato di attaccare più volte, ma il basco si è fatto trovare sempre pronto. È stato più bravo Pirazzi che con l’ennesimo attacco ai -4 km è riuscito a creare un bel distacco e solo Peraud dell’AG2R ha raggiunto subito la sua ruota.

Landa è riuscito a chiudere anche questo buco, nonostante Pirazzi abbia continuato ad attaccare indomito, e la tappa si è risolta con uno sprint tra scalatori a ranghi ristretti e Kangert l’ha spuntata davanti a Busato e Landa.

Tanel Kangert vince ultima tappa Giro del Trentino 2016

Questi i primi al traguardo della quarta e ultima tappa:
1) Tanel Kangert (Astana) 4h 07’ 29”
2) Matteo Busato (Southeast-Venezuela)
3) Mikel Landa (Team Sky)
4) Jakob Fuglsang (Astana)
5) Patrick Konrad (Bora-Argon 18)
6) Sergey Firsanov (Gazprom-RusVelo)
7) Domenico Pozzovivo (AG2R La Mondiale)
8) Romain Bardet (AG2R La Mondiale)

E queste le prime posizioni della classifica generale finale:
1) Mikel Landa (Team Sky) 14h 44’ 48”
2) Tanel Kangert (Astana) +2”
3) Jakob Fuglsang (Astana) +14”
4) Sergey Firsanov (Gazprom-RusVelo) +19”
5) Patrick Konrad (Bora-Argon 18) +24”
6) Romain Bardet (AG2R La Mondiale) +24”
7) Domenico Pozzovivo (AG2R La Mondiale) +28”
8) Emanuel Buchmann (Bora-Argon 18) +30”

Foto © Giro del Trentino

  • shares
  • Mail