Badminton | Il fair play di Laura Sarosi

badminton-laura-sarosi.jpg

Sport e Fair Play, un binomino non sempre scontato ma capace spesso di regalare storie e immagini davvero belle e apprezzabile. L'ultima arriva dal Badminton. Protagonista l'atleta ungherese, Laura Sarosi.

Nel corso di un match valevole per il torneo di qualificazione olimpica, la tedesca Karin Schnaase, avversaria della Sarosi, ha dovuto fronteggiare uno spiacevole imprevisto in campo ovvero la rottura di una scarpa. Nel badminton, differentemente dal tennis o da altri sport in cui è ammessa la pausa per inconvenienti del genere o il time out, non sono previste interruzioni del gioco durante i set né è possibile per gli atleti lasciare il rettangolo di gioco tra un set e l'altro.

Per la Schnaase, sprovvista al momento di una scarpa di ricambio, sarebbe stato dunque impossibile proseguire l'incontro al meglio, una condizione che avrebbe potuto permettere alla Sarosi, classificata nel ranking di disciplina molto al di sotto della rivale, di vincere l'incontro e proseguire il cammino verso la qualificazione olimpica. Tuttavia, invece di infierire sulla Schnaase, la Sarosi ha optato per una soluzione diversa ovvero prendere un paio di scarpe che aveva nella borsa e darle all'avversaria che ha accettato il dono con l'ulteriore fortuna di calzare lo stesso numero di piede dell'ungherese.

La partita è potuta proseguire con regolarità e la Schnaase si è imposta in tre set precludendo così alla Sarosi l'opportunità di qualificarsi a Rio 2016. Per Laura, comunque, la consolazione di essere stata l'artefice di un gesto inconsueto ma indimenticabile che esemplifica al meglio lo spirito olimpico.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail