Giro d’Italia 2016: chiodi su un tratto in sterrato dell’8a tappa

Le foto sono state pubblicate da Daniele Bennati della Tinkoff.

Chiodi al Giro d'Italia 2016

Se la stragrande maggioranza dei tifosi del ciclismo sono civilissimi appassionati che incitano i loro beniamini ai bordi delle strade, c’è purtroppo sempre il cretino che fa parlare di sé per qualcosa di estremamente negativo.

Due anni fa uno spettatore stroncò le possibilità di vittoria di Francesco Manuel Bongiorno su un traguardo epico come quello dello Zoncolan. Oggi, di nuovo al Giro d’Italia, si torna a parlare di un gesto da idioti fatto stamattina da qualche spettatore della tappa da Foligno ad Arezzo, l’ottava.

A denunciare il fatto è stato Daniele Bennati, corridore della Tinkoff che a questo Giro non è in gara, ma supporta la squadra e stamattina ha fatto un sopralluogo su alcuni tratti della frazione che i suoi compagni si accingevano a percorrere. Ebbene, Bennati ha fotografato una grande quantità di chiodi arrugginiti che erano stati sparsi su un tratto in sterrato e ha poi pubblicato le foto su Twitter con il commento, assolutamente condivisibile: “La mamma dei cretini è sempre incinta… #senzaparole”.

Ecco il Tweet di Bennati:

Il corridore italiano della Tinkoff è poi intervenuto telefonicamente nel corso di Prima Diretta su RaiSport 1, la trasmissione condotta da Alessandra De Stefano e ha spiegato di essersi accorto di questa brutta vicenda durante il suo sopralluogo, sottolineando come alcuni volontari si siano subito mossi per ripulire il tutto.

Già i tratti in sterrato sono pericolosi di per sé, aggiungere benzina sul fuoco è davvero assurdo. Tra l’altro durante la tappa di oggi fin dai primissimi chilometri ci sono state delle forature che hanno coinvolto, tra gli altri, Fabian Cancellara della Trek-Segafredo e Mikel Landa, capitano del Team Sky, che addirittura ha forato due volte nel giro di pochissimi minuti.
Già ieri, durante la tappa da Sulmona a Foligno, c'erano state delle forature sospette che avevano fatto pensare a delle puntine sparse per strada.

  • shares
  • Mail