Europei di Nuoto Londra 2016, tuffi: Cagnotto-Dallapè ottavo oro consecutivo nel sincro

Per Tania Cagnotto è la 20esima medaglia d'oro.

Cagnotto-Dallapè campionesse d'Europa 2016 sincro

Nel giorno del suo 31° compleanno Tania Cagnotto si è regalata la sua quarta medaglia su quattro gare disputate agli Europei 2016 a Londra, la terza d’oro dopo quelle singole da 1 e da 3 metri. La tuffatrice italiana più forte di tutti i tempi ha conquistato oggi con Francesca Dallapè l’ottavo titolo europeo consecutivo nel sincro da 3 metri con un totale di 327.81 punti. L'argento va alle britanniche Alicia Blagg e Rebecca Gallantree con 319.32 punti, il bronzo alle russe Nadezhda Bazhina e Kristina Ilinykh con 304.20.
È la ventesima medaglia d’oro di Tania Cagnotto, la 29esima in totale agli Europei in tutta la sua carriera ed è anche la centesima medaglie dell’Italia dei tuffi.

Le azzurre hanno dominato la gara dal primo all'ultimo tuffo, senza patemi. Hanno cominciato con i 54 punti del tuffo all’indietro carpiato, praticamente perfetto, per il quale hanno preso 9 nel sincronismo, ma si sono superate con il successivo, il rovesciato, per il quale hanno avuto addirittura 10 per il sincronismo.
Le azzurre hanno affrontato poi, senza paura, anche quel doppio e mezzo avanti con un avvitamento che era costato loro caro alle Olimpiadi 2012, relegandole al quarto posto. Questa volta non hanno sbagliato nulla e hanno ottenuto un altro 9 per il sincronismo e 76.50 punti in totale.

Il quarto salto, il triplo e mezzo avanti carpiato, è stato il più difficile, perché è quello con cui le azzurre, avendo aumentato il coefficiente di difficoltà, vorranno competere per le medaglie olimpiche a Rio tra tre mesi, deve ancora essere migliorato in vista della gara con le cinesi & Co., ma qui hanno ottenuto un ottimo 71.61. Poi la chiusura in bellezza con il doppio e mezzo ritornato carpiato.

Questi i punteggi di Tania Cagnotto e Francesca Dallapè per ogni salto con l’indicazione della posizione tra parentesi:
201B all’indietro carpiato 54.00 (1)
301B rovesciato carpiato 54.60 (1)
5152B doppio e mezzo avanti con un avvitamento 76.50 (1)
107B triplo e mezzo avanti carpiato 71.61 (1)
405B doppio e mezzo ritornato carpiato 71.10 (1)

Tania Cagnotto è stata premiata come migliore atleta degli Europei di tuffi che si sono conclusi oggi insieme con Tom Daley.

Queste le dichiarazioni dopo la gara ai microfoni di RaiSport.
Il ct Giorgio Cagnotto:

“È stata una bella giornata, ma è stata bella tutta la trasferta, perché portiamo a casa un bottino che non ci aspettavamo, visto che alcuni atleti non sono stati bene e sono dovuti tornare a casa, ma la squadra ha reagito bene. Tania e Francesca sono due atlete che hanno lavorato bene in questi anni, grazie all’impegno da parte loro, noi come tecnici ce l’abbiamo messa tutto, con tutto lo staff e quindi son venuti i risultati”

Francesca Dallapè:

“È stata una gara comunque difficile, non era scontato. Inutile nasconderlo: lo cercavamo. Questa è la gara su cui ho organizzato tutto il mio 2016. Ho una compagna di sincro che miglior non potrei desiderarla. Dopo 9 anni di sincro ancora non abbiamo mai litigato. Speriamo di chiudere con un punto esclamativo… A Rio noi avremo come obiettivo quello di ripetere la gara di oggi, poi come andranno le altre non ci deve impensierire”

Tania Cagnotto:

“Oggi era importante soprattutto il punteggio, perché era l’ultima gara come tensione simile all’Olimpiade. Abbiamo fatto una buona gara. Non potevo festeggiare meglio il mio compleanno. Questo è il mio ultimo Europeo, o almeno di nuoto di sicuro è l’ultimo. Sto facendo fatica fisicamente, anche se mi sto godendo tutto questo. Comunque ora chiudiamo la stagione con Rio e poi vediamo. Questa gara l’abbiamo vissuta simulando come se fosse Rio e se lì sarà così potremo già essere contente come punteggio”

Oggi si è disputata anche la gara maschile dalla piattaforma in cui abbiamo visto Maicol Verzotto, argento con Tania Cagnotto nel sincro misto da 3 metri, qualificarsi per la finale e chiudere infine al nono posto con un totale di 424.05 punti. L’oro è andato al beniamino di casa Thomas Daley, che ha vinto con 570.50 punti in totale, mentre il resto del podio è tutto russo con Viktor Minibaev argento con 524.60 e Nikita Shleikher bronzo con 480.90.

  • shares
  • Mail