Volley, Torneo Preolimpico: le azzurre si sono qualificate a Rio 2016!

Le azzurre hanno battuto 3-2 le padrone di casa del Giappone.

Per la quinta volta consecutiva l’Italia avrà entrambe le nazionali di pallavolo (maschile e femminile) alle Olimpiadi. Le azzurre hanno staccato oggi il pass per Rio 2016 già dopo il terzo set della partita contro il Giappone che si è poi trascinata al tie-break. All’Italia, infatti, bastava un punto, anche una sconfitta per 3-2 sarebbe stata sufficiente per ottenere la matematica qualificazione ai Giochi Olimpici, ma le ragazze di Marco Bonitta hanno voluto anche la ciliegina sulla torta e hanno battuto le padrone di casa per 3-2.
L’Italia è così certa di stare tra le prime tre classificate del Torneo Mondiale di Qualificazione Olimpica e domani saluterà Tokyo con il match con il Kazakistan, per noi inutile ai fini della classifica.

Ma torniamo al match di oggi. L’avvio del primo set è stato abbastanza equilibrato e il Giappone è arrivato in vantaggio di un solo punto al primo time-out tecnico (8-7). Le nipponiche sono riuscite ad allungare a ridosso della seconda pausa obbligatoria (16-13), ma l’Italia ha pareggiato sul 18-18 e ha ingaggiato una lotta punto a punto che è durata fino a quando il Giappone ha trovato due set-point. Sulla ha annullato il primo, ma un servizio out di Chirichella ha permesso alle padrone di casa di conquistare il parziale per 25-23.

Nel secondo set, dopo un buon momento iniziale delle giapponese (6-3), l’Italia è arrivata in vantaggio al primo time-out tecnico (7-8) e ha allungato 12-16 al secondo. Il Giappone, però, punto dopo punto si è rifatto sotto riportandosi a -1 (15-16). Le azzurre hanno trovato due palle-set con Egonu sul 22-24, lei stessa ha annullato il primo sbagliando il servizio, poi è stato annullato anche il secondo, ma Sylla ha guadagnato un’altra palla-set (24-25) anche questa cancellata dalle giapponesi che poi, con un attacco-out hanno regalato all’Italia un altro set-point messo a segno da Egonu per il 25-27 finale.

Il terzo set è stato una lunga e intensa battaglia dall’inizio alla fine. Il Giappone ha rotto l’iniziale equilibrio a ridosso del primo time-out tecnico al quale è arrivato sull’8-5. L’Italia si è riportata a -1 (11-10), ma le nipponiche hanno allungato in vista della seconda pausa tecnica (16-11). Le azzurre sono riuscite a pareggiare dopo un lungo inseguimento sul 23-23 con una scatenata Sylla e poi con una fast di Guiggi hanno annullato il primo set-point al Giappone che ha avuto anche un’altra chance, ma se l’è fatta cancellare. Chirichella ha conquistato un set-point per l’Italia sul 25-26 e lei stessa lo ha messo a segno chiudendo sul 25-27 e portando così l’Italia a Rio.

Nel quarto set, ovviamente, il Giappone ha cominciato meglio, dovendo tentare il tutto per tutto, e si è portato rapidamente sul 4-0 e poi al primo time-out tecnico sull’8-3. L’Italia è riuscita a riportarsi sotto fino al -1 (13-12), ma alla seconda pausa obbligatoria le nipponiche hanno allungato di nuovo (16-12). Le nipponiche hanno infine ottenuto sette palle-set, ma le azzurre non si sono arrese facilmente, perché ne hanno annullate quattro prima che il Giappone riuscisse a chiudere sul 25-21.

Nel tie-break è stata l’Italia a partire subito benissimo, a portarsi sul +3 (2-5) e a mantenere questo distacco fino al cambio campo (5-8) per poi allungare fino al +4 (5-9) e ottenere infine cinque palle-match. Un bellissimo muro azzurro ha chiuso il tie-break sulla 9-15 e dunque il match sul 2-3.

Giappone-Italia 2-3 (25-23, 25-27, 25-27, 25-21, 9-15)

Foto © FIVB

  • shares
  • Mail