Federica Pellegrini quarta nei 200 sl alle Olimpiadi di Rio 2016

La portabandiera azzurra fuori dal podio nella sua gara preferita.

Mercoledì 10 agosto 2016, ore 3:23 - Federica Pellegrini ha chiuso al quarto posto nella finale dei 200 m stile libero alle Olimpiadi di Rio 2016. L'azzurra ha nuotato in 1' 55" 18 ed è rimasta fuori dal podio. La gara è stata di livello altissimo, perché Katie Ledecky, l'americana che ha vinto l'oro a mani basse in 1' 53" 73, ha imposto un ritmo forsennato. L'argento è andato alla svedese Sarah Sjöström (1' 54" 08), il bronzo all'australiana Emma McKeon (1' 54" 92)

Al termine della sua prova l'azzurra ha detto ai microfoni di RaiSport che ha avuto in acqua delle sensazioni completamente diverse rispetto a ieri, ma in fondo ha perso la medaglia per due decimi e ha dato tutto, lottando con tutte le forze che le erano rimaste.

C'è da dire che un quarto posto in un'olimpiade a 28 anni con dei "mostri" come Ledecky e Sjöström in piscina è già un miracolo.

Questa la classifica finale dei 200 stile libero al femminile:
Classifica 200 sl donne Rio 2016 - Federica Pellegrini quarta

Martedì 9 agosto 2016 - Federica Pellegrini sarà protagonista della finalissima dei 200 stile libero alle ore 3:19 di stanotte o, se preferite, del mattino di mercoledì 10. Su questa pagina troverete gli aggiornamenti. La gara si può vedere in diretta tv su Raidue e in streaming sul sito web ufficiale di RaiSport e su rai.it/rio2016.

Federica Pellegrini in finale dei 200 sl


Martedì 9 agosto 2016, ore 3:15 - Federica Pellegrini si è qualificata alla finale dei 200 stile libero con il terzo tempo. Meglio di lei hanno fatto solo la svedese Sarah Sjöström (1' 54" 65) e l'americana Katie Ledecky (1' 54" 81), mentre l'azzurra ha nuotato in 1' 55" 42, controllandosi molto, soprattutto negli ultimi 25 metri. L'appuntamento con la finale è poco dopo le 3 del mattino di mercoledì 10 agosto.

Subito dopo la semifinale, ai microfoni di RaiSport, Federica Pellegrini ha detto:

"È stata una buona gara, mi sono sentita bene in acqua. Volevo comunque arrivare terza per non stare nella corsia centrale in finale, così le posso vedere bene entrambe. Domani sarà una finale molto agguerrita. Sono contenta di essere in corsia 3"

Queste sono le finaliste dei 200 stile libero femminili:
Finaliste 200 sl femminili Rio 2016 Olimpiadi

Pellegrini qualificata alla semifinale con il 5° tempo


Lunedì 8 agosto 2016

Ore 18:30 - La batteria di Katie Ledecky è stata la più veloce: l’americana ha nuotato in 1’ 55” 01, dietro di lei si è piazzata l’australiana Emma McKeon in 1' 55” 80. La svedese Sarah Sjöström ha vinto la propria batteria in 1' 56" 11 davanti alla francese Charlotte Bonnet (1' 56" 26). Quello di Federica Pellegrini (1' 56" 37) è dunque il quinto tempo di qualificazione alla semifinale di stanotte (poco dopo le ore 3).

Queste le qualificate alle semifinali:
Qualificate semifinali 200 sl donne Rio 2016 Nuoto Olimpiadi

Lunedì 8 agosto 2016, ore 18:18 - Federica Pellegrini ha nuotato in 1’ 56” 37 e ha vinto la sua batteria, come al solito rimontando tutte nell’ultima vasca.

Ai microfoni di RaiSport Federica Pellegrini ha commentato:

“Sono molto contenta, è un ottimo tempo. Ledecky è impressionante, ma si sapeva. Io vado avanti un passo alla volta, così ragiono nelle gare così importanti. Già stamattina stanno andando tutte velocissime. Questa è un’Olimpiade molto diversa da quella di Londra, lì la mattina si andava più lenti, qui, forse perché non è proprio mattina, si va più forti”

Federica Pellegrini e i 200 sl


Federica Pellegrini

è una degli atleti azzurri in assoluto più attesi in queste Olimpiadi di Rio 2016. Ha già ottenuto un sesto posto nella finale della staffetta 4x100 sl che ha disputato con le sue compagne di squadra, ma la “sua” gara è quella dei 200 stile libero.

Nonostante l’oro sia impresa praticamente irraggiungibile, perché dovrebbe essere praticamente certo che vada a finire al collo dell’americana Katie Ledecky, la gara della “Divina” è una delle più sentite dagli italiani, che arrivi o meno a medaglia, perché è la nostra portabandiera ed è la nuotatrice italiana più forte di sempre, dunque è lecito sognare che concluda la sua avventura olimpica con una bella soddisfazione.

Federica si è fatta notare al grande pubblico propri alle olimpiadi, quelle di Atene 2004, quando, appena 16enne, conquistò l’argento e si arrabbiò pure. Poi, quattro anni dopo, ecco il meritatissimo oro olimpico. A Londra invece, dopo una serie di problemi tra cui, il più grave, la perdita del suo allenatore Alberto Castagnetti, Pellegrini non è riuscita ad arrivare sul podio, ma si è ripresa alla grande quando ha cominciato a farsi allenare da Matteo Giunta, il cugino del suo fidanzato Filippo Magnini.

Nei 200 sl Federica Pellegrini è salita sei volte consecutive sul podio mondiale (l’unica al mondo a riuscirci in sei edizioni differenti), conquistando due ori, a Roma 2009 e a Shanghai 2011, in entrambi i casi accoppiato all’oro dei 400 sl e in entrambe le distanze è stata detentrice del record del mondo.

A Rio è durissima, perché la concorrenza è agguerrita, ma Federica ha lavorato come meglio non poteva e questo basta a darle tranquillità. Poi la gara andrà come dovrà andare.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail