Federico Vanelli settimo nella 10 km di Nuoto di fondo | Olimpiadi Rio 2016

nuoto-10-km-di-fondo-rio-2016.jpg

Olimpiadi Rio 2016. Nuoto di Fondo - Federico Vanelli si classifica al settimo posto nella gara di 10 km, disputata martedì 16 agosto nelle acque di Fort Copacabana.

Il nuotatore azzurro, alla stregua del connazionale Simone Ruffini, era nel gruppo di atleti in testa nei pressi del traguardo. Lo scatto finale ha premiato l'olandese Ferry Weertman, medaglia d'oro al fotofinish sul greco Spiros Gianniotis. Che beffa per quest'ultimo, convinto del primo posto, con tanto di esultanza dopo aver toccato la sbarra elettronica per fermare il cronometro. Terzo in classifica e medaglia di bronzo per il francese Marc Antoine Olivier. Completano la top 5, il cinese Zu e l'americano Wilimovsky. Sesto Simone Ruffini.

Rio 2016, Nuoto di Fondo 10 km | Federico Vanelli

federico-vanelli-rio-2016.jpg

Olimpiadi Rio 2016. Federico Vanelli (a sx nella foto), insieme a Simone Ruffini, rappresenterà l'Italia nella 10 km di Nuoto di Fondo in programma oggi, martedì 16 agosto, alle 14, nelle acque di Fort Copacabana.

Nato nel 1991 a Zelo Buon Persico in provincia di Lodi, Federico ha praticato il nuoto sin da piccolo, preferendolo ad altri sport come il calcio e le arti marziali, quest'ultime, a differenza del pallone, comunque gradite all'azzurro che da cinque anni si allena a Roma, al Circolo Canottieri Aniene (lo stesso di Federica Pellegrini) con il coach Emanuele Sacchi.

Qualificatosi alla 10 km odierna grazie al nono posto raggiunto nella stessa gara ai Mondiali di Kazan '15, in questa stagione Vanelli ha ottenuto risultati di rilievo specie nella 5 km, distanza nella quale ha conquistato l'oro nella gara a squadre e l'argento nel singolo ai recenti campionati europei di Horn, in Olanda, disputati lo scorso luglio. Proprio agli Europei di Fondo, Vanelli ha gareggiato anche nella 10 km, classificandosi al decimo posto, piazzamento discreto che lo pone nelle condizioni di poter ambire, oggi, a una medaglia alla stregua di Ruffini.

La 10 km è fatta di situazioni, con molti favoriti e nessun vincitore in partenza. Non sai mai quello che può succedere. E' proprio questa una delle piccole cose belle delle acque libere

Questo il Vanelli pensiero espresso in una recente intervista al portale Sportface.it, nella quale si è soffermato anche sui suoi progetti futuri, terminata la carriera da nuotatore

Come atleta delle Fiamme Oro vorrei rimanere in Polizia e anche avere una famiglia. Non voglio arrivare a 40 anni senza un figlio. Potrei anche allenare ma se mi dovesse capitare un tipo come me...

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail