I medagliati di Rio 2016 devolvono il premio della Fondazione Giovanni Agnelli in beneficenza

I vicecampioni olimpici del volley hanno destinato 50mila euro ai terremotati.

I medagliati olimpici sono campioni anche di solidarietà. In queste ore alcuni di loro hanno infatti annunciato che destineranno delle considerevoli somme di denaro in beneficienza. Si tratta di coloro che hanno vinto i premi messi in palio dalla Fondazione Giovanni Agnelli che, attraverso i lettori della Gazzetta dello Sport, ha fatto sì che i tifosi scegliessero le imprese olimpiche che hanno emozionato di più. Ha vinto Daniele Garozzo davanti a Elia Viviani e alla nazionale maschile di volley. Al primo è andato un premio di 150mila euro, ossia la stessa somma corrisposta dal Coni a tutte le medaglie d’oro, al secondo 75mila euro come una medaglia d’argento e chi si è classificato terzo nel sondaggio sono andati 50mila euro.

Il premio di 50mila euro è andato all’Italvolley di Chicco Blengini e trattandosi di una squadra si sarebbe dovuto dividere in parti uguali, invece i ragazzi hanno deciso di non avere un centesimo in più di quanto già ottenuto dal premio del Coni e di destinare interamente la nuova somma riservata loro dalla Fondazione Giovanni Agnelli ai terremotati, che stanno vivendo ore da incubo nel Centro Italia.

A dare l’annuncio è stato il capitano Emanuele Birarelli che alla Gazzetta dello Sport ha raccontato:

“Ieri mattina quando mi ha chiamato John Elkann sulle prime ho pensato al classico scherzo di qualche amico. Poi quando mi ha parlato della Fondazione Agnelli e di questa iniziativa legata ai Giochi brasiliani, con il sito della Gazzetta dello Sport, ho capito che era vero. Ovviamente mi ha fatto molto piacere e mi ha fatto capire, una volta di più, che a Rio de Janeiro abbiamo fatto qualcosa di particolare che ha fatto emozionare oltre che noi in campo anche la gente da casa, davanti al televisore. Questi sono giorni molto particolari per il nostro Paese e quello che è successo fra Umbria, Lazio e Marche, con il devastante terremoto, non ci può lasciare indifferenti. Il nostro pensiero va a quelle popolazioni, a chi ha perso tutto e in questo momento sta soffrendo. Anzi dopo essermi sentito con i miei compagni abbiamo deciso di devolvere il premio della Fondazione Agnelli alle popolazioni colpite dal sisma dell'altra notte”

Insomma, gli azzurri si sono dimostrati dei Fratelli d’Italia in tutto e per tutto. Ma anche altri atleti, tra cui Tania Cagnotto, avevano promesso che in caso di vittoria di questo ulteriore premio avrebbero devoluto tutto ai terremotati.

Daniele Garozzo, invece, vincitore dell’oro nel fioretto maschile individuale e il preferito in assoluto dai lettori della Gazzetta che hanno partecipato al sondaggio, ancora prima del sisma nel Centro Italia aveva promesso di destinare tutto l’eventuale premio della Fondazione Giovanni Agnelli a Medici Senza Frontiere e all'associazione siciliana Tenda di Cristo che aiuta le ragazze madri e i loro bambini. Avendo vinto il primo premio di 150mila euro saranno ben 75mila gli euro che andranno a ciascuna delle due associazioni.

La Fondazione Giovanni Agnelli ha già destinato, di suo, 150mila euro ai terremotati ed è pronta a sborsare altri 275mila euro per i più amati tra i medagliati azzurri alle Paralimpiadi che si svolgeranno dal 7 al 18 settembre a Rio.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail