Palermo senza allenatore: Ballardini si dimette

Palermo già senza allenatore. Dopo il record di cambi della scorsa stagione, ricomincia il tormentone legato alla panchina dei rosanero. Dopo solo due giornate, infatti, il tecnico Davide Ballardini ha deciso di rassegnare le dimissioni. Un punto in 180 minuti, maturato a San Siro contro l’Inter, l’allenatore si sarebbe dimesso per divergenze con il presidente Maurizio Zamparini.

Di dissapori tra i due se ne era parlato già durante il calciomercato e pare proprio che Ballardini non sia stato affatto convinto del modo in cui è terminata la sessione estiva, senza sussulti da parte del Palermo. Ieri, poi, le parole del presidente Zamparini che ha ammesso di aver contattato in estate addirittura Sinisa Mihajlovic.

"Il mercato non è piaciuto all'allenatore? A me è piaciuto - ha detto il patron rosanero - , vediamo cosa farà, è sotto osservazione anche lui. Con tutto il rispetto per Ballardini, avevo contattato Mihajlovic e sarebbe venuto volentieri. Miha è più bravo anche di Ventura. Ballardini dovrà costruire una squadra di temperamento. Ho mandato a casa Iachini perché non giocava a calcio, se Ballardini diventa come lui mi crea un problema. A Milano e col Sassuolo ci siamo difesi. Sbagliando...".

Insomma, il solito Zamparini padre-padrone del Palermo e sempre molto poco tenero nei confronti dei suoi allenatori. Secondo le ultime indiscrezioni, dopo l’annuncio delle dimissioni, Ballardini starebbe trattando con i legali dei rosanero la rescissione del contratto.

Davide Ballardini era tornato al Palermo 10 mesi fa: è subentrato a Iachini nel novembre del 2015 per poi essere esonerato a gennaio 2016. Ad aprile è stato poi richiamato riuscendo a salvare i siciliani dalla retrocessione. Per la sua sostituzione, ora, si fa il nome dell’ex Foggia De Zerbi.

Davide Ballardini - Palermo

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail