Vuelta 2016: capolavoro di Valerio Conti nella 13a tappa! | Video

Stupenda vittoria del corridore della Lampre-Merida.

Valerio Conti è stato autore oggi di una straordinaria prestazione grazie alla quale ha vinto la tredicesima tappa della Vuelta 2016 da Bilbao a Urdax-Dantxarinea, la più lunga con i suoi 213,4 km. Un successo tutto italiano visto che il 23enne romano milita nell’unica squadra del nostro Paese con licenza World Tour, la Lampre-Merida. Conti è stato in fuga tutto il giorno e poi ha scelto il momento perfetto per attaccare e staccare i suoi compagni di avventura. È arrivato sul traguardo da solo con ben 55” di vantaggio sul secondo classificato, Danilo Wyss della BMC che ha vinto lo sprint contro gli altri battistrada, mentre il gruppo della Maglia Rossa (che comunque resta a Nairo Quintana) era in ritardo di oltre 25’.

L’avvio di tappa è stato molto veloce e c’è stata una grande lotta per entrare in fuga. Al km 12 ci hanno provato Silvan Dillier della BMC, Tiago Machado del Team Katusha e Romain Sicard della Direct Energie, ma sono stati raggiunti prima da un gruppetto di undici contrattaccanti e poi da tutto il plotone al km 15. Al km 19 sono partiti in contropiede i dodici veri protagonisti di giornata: Michael Gogl della Tinkoff, Danilo Wyss della BMC, Gatis Smukulis dell’Astana, Tom Stamsnijder della Giant-Alpecin, Sergey Lagutin del Team Katusha, Jelle Wallays della Lotto Soudal, Yves Lampaert dell’Etixx-Quick Step, Vegard Stake Laengen della IAM Cycling, Valerio Conti della Lampre-Merida, Stéphane Rossetto della Cofidis, Cesare Benedetti della Bora-Argon18 e Romain Cardis della Direct Energie.

Trek-Segafredo ed FDJ, che non sono riuscite a inserire un loro uomo nella fuga, hanno cercato di non farla allontanare, ma senza successo e al km 32 il distacco era già di 2’ 40”. C’è stata da subito una buona collaborazione tra i dodici fuggitivi e così il loro vantaggio rispetto al plotone è salito sempre di più: 5’ 50” al km 41, poi 9.37” al km 57, 12’ 30” al km 64, 14’ 37” al km 74 e addirittura oltre i 20’ ai -83 km dal traguardo, quando è sembrato ormai chiaro che la vittoria di tappa sarebbe stata un discorso aperto solo ai fuggitivi, mentre in testa al gruppo si è vista soprattutto la Movistar della Maglia Rossa Nairo Quintana, che ha mantenuto un ritmo piuttosto blando.

Allo sprint intermedio di San Sebastian (al km 110) ha transitato per primo Cardia davanti a Benedetti, mentre sui gpm abbiamo visto Lagutin primo sia sull’Alto Monte Igueldo, sia sull’Alto de Aritxulegi, sia sull’Alto de Agiña, si a Puerto de Lizaieta, tutti di terza categoria. Il russo ha così superato Nairo Quintana nella classifica degli scalatori, guadagnandosi il diritto di indossare la Maglia a Pois.

A 30 km dal traguardo i battistrada hanno raggiunto il vantaggio di 21’ e sono anche cominciati gli attacchi: prima quello di Rossetto, poi quello di Wallays seguito da Gogl, ripresi ai -22 km. Ai -18 km è partita l’azione di Valerio Conti su un tratto in leggera salita.

L’italiano è riuscito a ottenere un buon vantaggio di un minuto, mentre dietro di lui il gruppetto degli inseguitori si è sfaldato e il plotone, completamente disinteressato, è scivolato a oltre 25’ di ritardo (ed è arrivato a +34'). Conti ha così potuto tagliare il traguardo da solo e dedicare la vittoria alla sua squadra che proprio oggi ha annunciato un accordo con i cinesi che porterà molti soldi nelle casse della squadra di Saronni.

Valerio Conti vince alla Vuelta 2016

Questi i primi dieci al traguardo della tredicesima tappa:
1) Valerio Conti (Lampre-Merida) 5h 29’ 04”
2) Danilo Wyss (BMC) +55”
3) Sergey Lagutin (Team Katusha) +55”
4) Michael Gogl (Tinkoff) +55”
5) Vegard Stake Laengen (IAM) +55”
6) Yves Lampaert (Etixx-Quick Step) +55”
7) Cesare Benedetti (Bora-Argon18) +1’ 02”
8) Jelle Wallays (Lotto-Soudaly) +1’ 04”
9) Gatis Smukulis (Astana) +1’ 04”
10) Stephane Rossetto (Cofidis, Solutions Crédits) +1’ 08”

E queste le prime posizioni della classifica generale dopo tredici tappe:
1) Nairo Quintana (Movistar) 52h 56’ 29”
2) Chris Froome (Team Sky) +54”
3) Alejandro Valverde (Movistar) +1’ 05”
4) Johan Esteban Chaves (Orica-BikeExchange) +2’ 34”
5) Alberto Contador (Tinkoff) +3’ 08”
6) Leopold König (Team Sky) + 3’ 09”
7) Simon Yates (Orica-BikeExchange) +3’ 25”
8) Michele Scarponi (Astana) +3’ 34”
9) David De La Cruz (Etixx-Quick Step) +3’ 45
10) Samuel Sanchez (BMC) +3’ 56”

  • shares
  • Mail