Nuoto, Katie Ledecky rinuncia a più di 6 milioni di dollari per andare all’Università

I soldi li ha guadagnati tra vittorie e sponsor alle Olimpiadi di Rio 2016.

Ha solo 19 anni, ma è già molto giudiziosa: Katie Ledecky ha deciso di non diventare una nuotatrice professionista, ma di restare una “dilettante” per poter frequentare il college a Stanford e competere con la squadra universitaria. Questa decisione le costa circa 6,7 milioni di dollari nell’immediato e la possibilità di guadagnare altri 5 milioni ogni anno.

L’americana, infatti, ha vinto l’oro nei 200, 400, 800 e 4x200 m stile libero più l’argento nella 4x100 alle Olimpiadi di Rio 2016, che vanno ad aggiungersi all’oro agli 800 che ha conquistato appena 15enne a Londra 2012 e a nove ori mondiali vinti tra Barcellona 2013 e Kazan 2015. Un palmares già invidiabile che si arricchirà sicuramente nei prossimi anni, visto che è ancora giovanissima ed è anche già detentrice del record del mondo nei 400, 800 e 1500 m stile libero.

Tuttavia Katie non vuole rinunciare all’esperienza del college e nel corso di una trasmissione su ESPN Radio ha spiegato che vuole vivere nel mondo universitario continuando a gareggiare con la squadra del college insieme ad alcuni grandi amici con cui poi si ritrova anche sui banchi di scuola.

Katie Ledecky frequenterà la prestigiosa università di Stanford ed è orientata verso corsi di psicologia e di scienze politiche, ma non è l’unica ad aver fatto questa scelta, visto che proprio nel suo stesso college ci sono altre due medagliate di Rio 2016, Simone Manuel e Lia Neal.

Il motivo per cui scegliendo l’università Katie deve rinunciare a tutti quei soldi è che in questo modo è costretta a restare “dilettante” e dunque non può giovare dei premi e degli sponsor riservati ai professionisti.

Per lei è evidentemente più importante fare un’esperienza a cui tutti gli americani tengono molto, quella del college appunto, e pensare anche al futuro dopo il nuoto, visto che la sua carriera in acqua può durare al massimo un’altra decina d’anni. Tra l’altro Katie Ledecky proviene da una buona famiglia, di gente colta e istruita (suo fratello maggiore si è da poco laureato ad Harvard) e anche piuttosto ricca, visto che suo zio Jon Ledecky è un importante uovo d’affari e di sport, proprietario della squadra di hockey su ghiaccio New York Islanders.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail