Come scegliere le scarpette da arrampicata: qualche consiglio



L'altro giorno disquisivo dell'importanza delle scarpetta da arrampicata con un mio amico climber. Certo, in ogni disciplina sportiva la scelta dell'attrezzatura tecnica adeguata è fondamentale per ottenere il massimo dei risultati. La misura corretta è da sempre un motivo di discussione tra gli specialisti in quanto alcuni suggeriscono anche due misure più piccole della propria taglia per migliorare le prestazioni. Alcuni privilegiano scarpette comode, non esageratamente strette, che offrano il giusto compromesso tra sensibilità e comfort.

Il consiglio per chi inizia è quello di scendere al massimo di mezza misura, tenendo conto che ogni produttore di scarpette al il suo metodo di misurazione. Cerca una scarpetta abbastanza comoda, che non renda una tortura le tue prime arrampicate. Anche la forma varia in funzione del livello tecnico richiesto e del tipo di utilizzo. Quelle con forma particolarmente asimmetrica e suola più inarcata, garantiscono ottima presa e massima precisione e sono adatte all' arrampicata sportiva su pareti impegnative, quelle con forma più convenzionale e suola più piatta sono adatte a scalate in falesia su più tiri e per lunghe permanenze in parete.

Le scarpette da arrampicata possono essere realizzate con una chiusura in elastico, velcro, oppure con lacci, e suole più o meno flessibili in funzione del tipo di utilizzo; più aumentano le difficoltà, più la suola dovrà essere necessariamente morbida e flessibile per garantire aderenza e sensibilità anche sugli appoggi più piccoli. Le scarpe per vie lunghe invece, sono più rigide per dare sostegno e supporto al piede ma diminuiscono in sensibilità. Concludendo: provatele e sentite il piede. Se poi necessitate di un consiglio tecnico su la scarpetta ideale questo è il sito che fa per voi.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: