Ryan Lochte: la bravata a Rio gli costa 1 milione di dollari

Gli sponsor abbandonano il campione di nuoto.

La bravata fatta a Rio da Ryan Lochte, Jimmy Feigen, Jack Conger e Gunnar Bentz costa cara, non solo in termini di immagine, ma anche economicamente, al più famoso dei quattro, Lochte, appunto, il quale perde addirittura un milione di dollari dagli sponsor a causa del suo comportamento.

Ricordiamo che Lochte e i suoi tre compagni di squadra nella nazionale olimpica di nuoto, la notte dopo la fine delle gare della loro specialità, si sono ubriacati e hanno devastato il bagno di una stazione di servizio. Per mascherare quello che avevano combinato hanno inventato di essere stati vittime di una rapina. Lochte è tornato negli Usa per primo, mentre i suoi compagni di sventura sono rimasti bloccati in Brasile per giorni, fino a quando la polizia locale non ha fatto chiarezza sull’accaduto, smascherando gli americani e dimostrando che, appunto, si erano inventati tutto.

Sia Lochte sia i suoi compagni hanno poi chiesto scusa, ma questo non è bastato per convincere gli sponsor a restare. Nonostante le sue 12 medaglie olimpiche e le 27 medaglie mondiali (più altre 38 ottenute ai Mondiali in vasca corta), Lochte non è più un atleta appetibile per gli sponsor: con i suoi 32 anni sembra ormai “finito” come nuotatore e la bravata di Rio gli ha rovinato l’immagine. Servirà tempo (e probabilmente anche qualche reality show) affinché Lochte torni ad attrarre l’interesse delle multinazionali che prima pendevano dalle sue labbra, ma soprattutto servirà che gli americani dimentichino la brutta figura rimediata a Rio con quell’assurda storia alla stazione di servizio.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail