Beach Volley: Menegatti-Giombini e Caminati-Rossi campioni d’Italia 2016

Ranghieri-Carambula, campioni uscenti, si sono piazzati al quarto posto.

Beach Volley Tricolore 2016

Al Centro Federale Le Capannine di Catania sono andate in scena oggi, domenica 4 settembre 2016, le finali del campionato italiano di beach volley maschile e femminile. Il titolo tricolore tra le ragazze è andato a Marta Menegatti e Laura Giombini, mentre tra gli uomini si sono imposti, a sorpresa, Marco Caminati ed Enrico Rossi che, dopo aver battuto in semifinale i favoriti e campioni uscenti Alex Ranghieri e Adrian Carambula, hanno poi vinto la finalissima contro Davide Benzi e Matteo Martino per 2-0 (21-18, 21-17).

Menegatti e Giombini, reduci dalle Olimpiadi di Rio 2016 (come Ranghieri-Carambula), erano le favorite e hanno rispetto i pronostici non solo vincendo, ma imponendosi in tutti i match giocati senza cedere mai un set e quindi senza avere mai bisogno di disputare il tie-break. In finale hanno avuto la meglio 2-0 (21-15, 21-10) sulle padrone di casa Graziella Lo Re e Nellina Mazzulla, che si sono dunque dovute accontentare dell’argento. bronzo invece per Eleonora Annibaili e Jessica Allegretti che hanno vinto per 2-0 (21-18, 21-14) la finale per il terzo posto contro Irene Enzo e Giada Benazzi.

Tornando al torneo maschile, Caminati e Rossi hanno vinto a sorpresa la combattutissima semifinale contro Ranghieri-Carambula per 2-0 (22-20, 23-21), questi ultimi, poi, hanno dato forfait per problemi fisici nella finale per il terzo posto e così il bronzo è andato a Paolo Ficosecco e Gianlunca Casadei, che hanno vinto 2-0 a tavolino.

Per Caminati e Rossi è il primo titolo tricolore, così come per Laura Giombini, mentre per Marta Menegatti questo è il quarto titolo italiano dopo quello del 2009 vinto al fianco di Greta Cicolari e i due consecutivi, nel 2013 e nel 2014, vinti in coppia con Viktoria Orsi-Toth.

A proposito di Orsi-Toth, che sta scontando una squalifica per una positività a un test antidoping prima delle Olimpiadi, l’azzurra ha fatto sapere di aver fatto esaminare tutte le creme e altre sostanze usate nel periodo del test risultato positivo e di non aver trovato nulla che possa spiegare quel risultato, perciò non riesce a capacitarsi di come possa essere accaduto. Intanto, purtroppo, deve restare lontana dai campi.

Foto © Federvolley

  • shares
  • Mail