Milan: in arrivo 85 milioni e un nuovo ds

Milan - Quella appena iniziata è una settimana campale per il club rossonero. Entro il prossimo 9 settembre, infatti, la Sino-Europe Sports, la holding creata per l’acquisto del club, avrà a disposizione 85 milioni di euro. Si tratta della seconda tranche per l’acquisto della società dopo i 15 milioni di euro versati di caparra al momento della firma dell’intesa con la famiglia Berlusconi. Successivamente, i nuovi acquirenti dovranno versare nelle casse dell’attuale proprietà altri 400 milioni di euro: la scadenza è prevista entro novembre. Si tratta del penultimo step prima del closing, che dovrebbe avvenire nei primi giorni del nuovo anno.

Entro gennaio, dunque, la società del Milan dovrebbe essere completamente ristrutturata. I quotidiani sportivi si cimentano ad anticipare le possibili mosse di mercato dei rossoneri a gennaio, ma la verità è che ancora si sta lavorando al completamento del nuovo team societario. Se ne sta occupando a pieno regime Marco Fassone, ad e dg in pectore scelto proprio dalla nuova proprietà cinese. Non si conosce ancora il destino degli attuali amministratori delegati, Adriano Galliani e Barbara Berlusconi, ma di sicuro il nuovo Milan avrà un direttore sportivo, figura sostanzialmente soppressa dopo l’addio di Ariedo Braida (oggi a Barcellona).

Secondo le ultime indiscrezioni, il nome più caldo è quello di Riccardo Bigon, ex Napoli nell’ultima stagione a Verona, ma non è escluso che sia inserito nell’organigramma qualche vecchia bandiera rossonera. Si parla di Paolo Maldini, ma sarebbe spuntato anche quello di Alessandro “Billy” Costacurta. Non sono comunque ancora tramontate le possibilità di portare a Milano Walter Sabatini, che si dovrebbe prima svincolare dalla Roma, e Daniele Pradé, ex Fiorentina.

Marco Fassone - Milan

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail