Tour of Britain 2016, 2° giorno: tappa e maglia per Vermote

Jacopo Mosca (Trek-Segafredo) migliore degli italiani con il decimo posto.

Julien Vermote Tour of Britain 2016

Il belga dell’Etixx-Quick Step Julien Vermote ha vinto la seconda tappa del Tour of Britain 2016, da Carlisle a Kendal, lunga 188,2 km, aggiudicandosi il duello finale con il britannico Steve Cummings della Dimension Data. Per Vermote la festa è completata dalla Maglia Gialla che ora passa sulle sue spalle.

Per quanto riguarda la tappa odierna, subito dopo il via sono partiti degli attacchi e dopo 12 km si è formato un gruppetto di testa di 15 corridori: il vincitore di ieri e leader della classifica generale André Greipel della Lotto-Soudal (che si è aggiudicato gli sprint intermedi), Marco Coledan e Jacopo Mosca della Trek Segafredo, Johann Van Zyl della Dimension Data, Nicolas Roche del Team Sky, Julien Vermote dell’Etixx-Quick Step, Ryan Mullen della Cannondale-Drapac, Héctor Saez della Caja Rural, Conor Dunne della JLT Condor, Xandro Meurisse della Wanty-Groupe Gobert, Jochem Hoekstra e Martijn Tusveld del Team Giant-Alpecin, Tom Leezer e Bert-Jan Lindemann del Team LottoNL-Jumbo.

Il loro vantaggio è salito già a 2’ 55” al km 19 e a 4’ un km dopo. Dal gruppo si sono staccati Jorge Arcas e Giovanni Visconti della Movistar nel tentativo di raggiungere la fuga, ma l’italiano ha forato e allora anche il suo compagno si è rialzato ed entrambi sono stati ripresi dal plotone. Dopo essere salito a 5’ 10” il gap ha poi cominciato a scendere a 4’ 30” al km 35,5 e al km 50 era già di soli 3’, allora i battistrada hanno aumentato un po’ il ritmo e il loro vantaggio ha ripreso a salire, ma è durata poco e a -86 km era sceso drasticamente a 1’ 46” e si è attestato intorno a 1’ 43” per una ventina di chilometri.

A meno di 50 km dal traguardo è cominciato a piovere e intanto dal gruppo hanno provato ad attaccare, senza successo, Karol Domagalski della One Pro Cycling e Adam Blythe della selezione britannica, mentre in testa alla corsa sono rimasti solo in cinque: Roche, Vermote, Lindemann, Mosca e Meurisse. A poco meno di 30 km è stato Rohan Dennis della BMC a staccare il plotone e a lanciarsi all’inseguimento dei battistrada, riuscendo a raggiungerli rapidamente.

Negli ultimi 20 km si è formato un gruppo di contrattaccanti di una decina di corridori, tra i quali c’erano anche Ben Swift del Team Sky e Steve Cummings della Dimension Data, mentre ai battistrada sono rimasti solo 28” di vantaggio. Proprio Cummings è riuscito a raggiungere i fuggitivi e poi ha attaccato con Vermote. I due hanno guadagnato una decina di secondi di vantaggio rispetto agli inseguitori e sono riusciti ad incrementare il distacco arrivando a contendersi la vittoria di tappa con il belga che ha avuto la meglio sul britannico nel finale. Al terzo posto si è piazzato il compagno di squadra di Vermote, Daniel Martin.

Questi i primi dieci oggi al traguardo della seconda tappa:
1) Julien Vermote (Etixx-Quick Step) 4h 40’ 50”
2) Stephen Cummings (Dimension Data) +2”
3) Daniel Martin (Etixx-Quick Step) +58”
4) Xandro Meurisse (Wanty-Groupe Gobert) +58”
5) Tony Gallopin (Lotto-Soudal) +58”
6) Ben Swift (Team Sky) +58”
7) Guillaume Martin (Wanty-Groupe Gobert) +1’ 02”
8) Tom Dumoulin (Team Giant-Alpecin) +1’ 02”
9) Dylan Van Baarle (Cannondale-Drapac) +1’ 02”
10) Jacopo Mosca (Trek-Segafredo) +1’ 06”

E queste le prime posizioni della classifica generale:
1) Julien Vermote (Etixx-Quick Step) 8h 33’ 20”
2) Stephen Cummings (Dimension Data) +6”
3) Daniel Martin (Etixx-Quick Step) +1’ 04”
4) Xandro Meurisse (Wanty-Groupe Gobert) +1’ 08”
5) Ben Swift (Team Sky) +1’ 08”
6) Tony Gallopin (Lotto-Soudal) +1’ 08”
7) Dylan Van Baarle (Cannondale-Drapac) +1’ 12”
8) Guillaume Martin (Wanty-Groupe Gobert) +1’ 12”
9) Tom Dumoulin (Team Giant-Alpecin) +1’ 12”
10) Nicolas Roche (Team Sky) +1’ 16”

  • shares
  • Mail