Mancini contro Gullit: "Brutta bestia l'invidia" (ASCOLTA)

Roberto Mancini replica a Ruud Gullit. Un derby Inter-Milan a distanza tra l’ex tecnico nerazzurro e il ‘tulipano’ che ha giocato tanti anni in rossonero. Intervistato da ‘Ziggo Sports’, Gullit aveva criticato duramente il lavoro svolto da Mancini nelle ultime settimane all’Inter prima dell’allontanamento.

“Il tecnico jesino - ha detto l’ex Milan - ha fatto poco durante la preparazione estiva, aveva già pensato di andare via e non ha allenato adeguatamente la squadra. Ora de Boer si ritrova a guidare una squadra con molte difficoltà a livello fisico, li sta allenando e sta cercando di migliorare la condizione generale”.

Una dichiarazione che molto probabilmente è stata dettata più da questioni di “bandiera” che altro. Gullit, infatti, non può che parlare bene dell’ex tecnico dell’Ajax e suo connazionale, che nelle prime due giornate ha solo guadagnato un punto. È questa la posizione di Roberto Mancini, intervistato proprio oggi da Radio Incontro Olympia.

“Gullit è stato fortunato ad essere stato un grande calciatore. Punto. Nel calcio - dice lo jesino - , quando si è stati grandi sul campo e poi non si riesce a fare altro, è difficile accettarlo e a volte, a queste persone, piace parlare male di altri allenatori e giocatori. Va bene essere amico di de Boer ma questo non giustifica tali ammissioni. Gullit però non è l’unico, ce ne sono tanti. L’invidia è una brutta bestia”.

Dopo aver rescisso con l’Inter, Mancini si sta godendo qualche giorno di vacanza a fine stagione ed è alla ricerca di nuove stimolanti avventure calcistiche. C’è chi parla già di possibile approdo alla Lazio nel caso in cui Simone Inzaghi dovesse fallire. Nessuna menzione in merito da parte di ‘Roby Mancio’.

“In biancoceleste ho vinto tanto, Cragnotti aveva investito molto, andando ad acquistare i giocatori migliori. In quegli anni eravamo una delle squadre più forti al mondo. Abbiamo anche vinto poco! A Roma sono stato benissimo. Non sono romano ma quasi. Mi sono ambientato bene, nella Capitale torno spesso. Un voto al calciomercato della Lazio? Non l’ho seguito molto. Auguro a Simone Inzaghi le cose più belle, di fare un grande campionato e di diventare un grande allenatore”, conclude.

Mancini vs Gullit

  • shares
  • Mail