Wawrinka - Djokovic | Video Highlights | Finale Us Open 2016

Stan Wawrinka è il vincitore dello Us Open 2016. Al termine della finale durata 4 ore, Novak Djokovic si arrende in quattro set, 6-7; 6-4; 7-5; 6-3 e incassa la quinta sconfitta all'epilogo di Flushing Meadows, la seconda Slam al cospetto dell'elvetico a un anno e mezzo di distanza dal trionfo di Stan al Roland Garros '15.

Rispetto a quella di Parigi, la finale newyorchese è stata meno bella ma lo stesso gradevole, sebbene solo a tratti si sono visti sprazzi di grande tennis. Wawrinka ha sfruttato al meglio le condizioni non ottimali di Djokovic, ulteriormente sofferente nel finale per il sanguinamento all'unghia di un piede.

Solo nella parte iniziale del primo set, si è visto il miglior Nole con il rapido 2-5 che sembrava il preludio a una facile affermazione nel parziale. La rimonta di Wawrinka ha trascinato il set al tie break nel quale Djokovic, con un ulteriore guizzo si è imposto 1-7. Stessa dinamica nel secondo e terzo set con Stan, due volte ripreso sul 4-4 da 1-4 e 1-3. Provvidenziali, per l'elvetico, i due break ottenuti sul 5-4 e il 6-5. Quest'ultimo ha cambiato definitivamente la partita. In crisi per il dolore al piede, Djokovic non riesce a rimontare il 3-0 con cui si apre il quarto set
e si arrende alla sconfitta.

Se vuoi battere il numero uno al mondo devi dare tutto. Devi accettare di soffrire e devi quasi goderti la sofferenza, questo è stato il Grand Slam più doloroso fisicamente e mentalmente della mia vita. Ma non volevo perdere. È stata una vittoria inaspettata, ad inizio torneo non ho di certo guardato il tabellone e detto 'vincerò io questo torneo'

Questo il commento di Wawrinka alla vittoria che lo lancia in terza posizione nel ranking Atp. Ovviamente deluso Djokovic che ha comunque accettato con sportività la sconfitta. Bello l'abbraccio a rete con Stan, seguito dalla dichiarazione durante la consegna del trofeo con la quale Nole ha reso merito al rivale. Stesso tono nelle interviste post partita

Bisogna congratularsi con l'avversario, che ha giocato meglio, e accettare la sconfitta. Non è la prima volta che perdo un big match, spero di imparare da questo. Lui ha giocato in maniera più coraggiosa perché nei momenti che contavano ha sfruttato le opportunità, è rimasto concentrato mentre io ero troppo nervoso.Rimane comunque un anno ottimo con due Slam vinti e una finale persa che ovviamente avrei voluto vincere

Fonte dichiarazioni: Tennisworlditalia

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail