Conte, prima sconfitta inglese: "Ha perso tutto il mondo Chelsea" (Video)

Il Chelsea subisce la prima sconfitta in Premier League e Antonio Conte si sfoga in conferenza stampa. Assai deluso per il ko casalingo, l’ex commissario tecnico della nazionale italiana evidenzia come la sconfitta sia di tutto l’ambiente. Il forte carattere dell’allenatore leccese non è bastato contro il Liverpool di Klopp e ora bisogna rimboccarsi le maniche per evitare che altri stop del genere si ripetano nel prosieguo della stagione.

"Il mio primo ko in Inghilterra? Non è la mia sconfitta - esordisce - , ma una sconfitta dell'intero mondo Chelsea. Tutti dobbiamo prenderci le nostre responsabilità se non vogliamo vivere un’altra stagione da decimo posto. Questo k.o. dimostra che non abbiamo ancora lavorato abbastanza, che c’è ancora molto da fare. Bisogna avere pazienza, ma soprattutto è fondamentale rimboccarsi le maniche e darsi da fare”.

Attaccato dai media britannici soprattutto per l’esclusione di Fabregas, Conte si difende così:

"Nessuna preclusione nei confronti di Cesc. Quando dimostrerà di meritare la maglia da titolare, giocherà. "Bisogna sentire il pericolo e non l'abbiamo fatto. Abbiamo subito due gol strani e quando concedi un vantaggio simile a una squadra come il Liverpool diventa tutto difficile. Dobbiamo riflettere molto su questa sconfitta - continua - , se non vogliamo ripetere quanto è accaduto la scorsa stagione".

Da perfezionista mai pago, Conte analizza la partita lucidamente. Dopo il doppio svantaggio il Chelsea si è ridestato, ma non è stato sufficiente per riagguantare quantomeno un pareggio.

"Nella ripresa siamo andati meglio, pressando e giocando con maggiore intensità, ma bisogna curare i dettagli se si vuole essere una grande squadra. Serve attenzione, in ogni momento della partita. I dettagli fanno spesso la differenza", conclude.

Strada in salita, dunque, per i Blues, che ora rischiano di finire a -5 dalla vetta se il Manchester City batterà oggi tra le mura amiche il Bournemouth. Del resto, Conte sapeva bene che non sarebbe stato facile ricostruire la mentalità vincente in un gruppo reduce da una stagione disastrosa.

Conte Chelsea-Liverpool

  • shares
  • Mail