Europei Ciclismo 2016 | Peter Sagan vince la prova in linea

peter-sagan-europei-ciclismo-2016.jpg

Peter Sagan vince la prova in linea agli Europei di Ciclismo di Plumelec. Lo slovacco si impone in volata sul francese Alaphilippe e lo spagnolo Moreno Fernandez.

La prima fuga della corsa si concretizza già in avvio con quattro corridori Lindeman (Paesi Bassi), Lang (Svizzera), Bratashchuk (Ucraina) e Raid (Estonia) che arrivano a guadagnare oltre dieci minuti di vantaggio sul gruppo. Esaurita l'azione dei primi fuggitivi, la gara è tornata a vivacizzarsi a circa 50 km dal termine con la formazione di un ulteriore gruppo di 18 con gli azzurri Aru e Vilella ripreso a tre giri dalla conclusione dopo essere arrivato a un vantaggio massimo di 1 minuto.

Giro conclusivo non senza emozioni. Il primo a staccarsi è Moreno Moser. Con un buon incedere in discesa, il trentino arriva a +20" dagli inseguitori, dal quale si stacca l'elvetico Frank subito ripreso. A 1.5 km dal traguardo parte Davide Vilella. L'azzurro raggiunge e supera il connazionale Moser ed è ancora avanti dopo lo striscione dell'ultimo km. Si volta Davide e la sua fuga sembra avere buon fine con i componenti del gruppo che si studiano in attesa dell'affondo finale.

A 500 metri circa dal traguardo, Peter Sagan accelera, si alza sui pedali, lancia la volata lunga e per gli avversari è finita. Lo slovacco vince a braccia alzate e ha anche il tempo di voltarsi a osservare i rivali. La volata degli "altri" la vince Alaphilippe che conquista la medaglia d'argento. Terzo l'iberico Moreno. Il primo degli azzurri è Diego Ulissi, nono.

Con il successo odierno, Sagan diventa, contemporaneamente, campione europeo e del mondo, in attesa dei Mondiali su strada di Doha, previsti il prossimo 16 ottobre.

Europei Ciclismo 2016 | La prova in linea

europei-ciclismo-prova-in-linea.jpg

Europei Ciclismo 2016. Oggi la prova in linea maschile sulla distanza di 232 chilometri che conclude la prima edizione della manifestazione. Partenza e arrivo a Plumelec, città ospitante, su un circuito di 13.9 km che i corridori dovranno affrontare 17 volte.

Percorso da "Classica" con pendenze e contropendenze che raggiungeranno l'apice con lo strappo della Côte de Cadoudal, 1,7 chilometri al 6.2% posto a ridosso del traguardo. Un tracciato che ben si adatta alle caratteristiche di Peter Sagan, grande favorito della corsa, con l'ulteriore motivazione di detenere, eventualmente, i due titoli di campione del mondo ed europeo.

Tanti i concorrenti per lo slovacco. Su tutti il corridore di casa, Julien Alaphilippe, l'irlandese Nicholas Roche che può rendersi pericoloso sulla salita conclusiva, gli ex campioni iridati Rui Costa e Kwiatkowski a secco di vittorie nella stagione in corso, i cechi Kreuziger e Stybar e l'olandese Poels, altro contendente che si trova a suo agio sugli strappi come ha dimostrato nel successo dell'ultima edizione della Liegi-Bastogne-Liegi.

Ambiziosa la squadra italiana che annovera anch'essa possibili candidati alla vittoria o al podio. Su tutti Fabio Aru che può fare la differenza sul Côte de Cadoudal, Sonny Colbrelli (primo classificato alla recente Coppa Agostoni), Diego Ulissi e Valerio Conti.

Europei Ciclismo | Prova in Linea | Diretta Tv

Non è prevista la Diretta televisiva in chiaro della prova in linea maschile agli Europei 2016. La gara sarà trasmessa, dalle 14, su Eurosport, emittente ricevibile, in abbonamento su Sky e Mediaset Premium. Diretta streaming sulle rispettive applicazioni SkyGo e Premium Play o sul portale eurosportplayer.it, tramite una delle modalità disponibili.

Europei Ciclismo | Prova in Linea | Start List

ALBANIA: Banushi; Halilaj; Sefa; Zhupa

ANDORRA: Madrigal, Quintela

AUSTRIA: Eibegger; Gogl; Groschartner; Konrad; Postlberger

AZERBAIJAN: Averin

BIELORUSSIA: Klimiankou; Koshevoy; Samoilau; Siutsou

BELGIO: Bakelants; Benoot; Gilbert; Hermans; Keukeleire; Lampaert; Lietaer; Meersman; Monfort; Serry; Vanendert; Vliegen

CROAZIA: Durasek; Kvasina; Rogina

ESTONIA: Jakin; Kangert; Pruus; Raid; Raim; Taaramae

FINLANDIA: Manninen

FRANCIA: Alaphilippe; Bouet; Calmejane; Cherel; Delaplace; S.Dumoulin; Edet; Gallopin; Gautier; Geniez; Hardy; Latour; Martin

GERMANIA: Buchmann; Freienstein; Frohlinger; Geschke; Krieger; Martens; Schillinger; Vogt; Voss; Wegmann; Zabel

GRECIA: Tzortakis

IRLANDA: Clancy; Dunne; Martin; Roche; Shaw

ISRAELE: Goldstein

ITALIA: Aru; Brambilla; Colbrelli; Conti; Felline; Formolo; Gasparotto; Moscon; Moser; Ulissi; Vilella; Visconti

LETTONIA: Luksevics; Saramotins; Skujins; Smukulis

LITUANIA: Dzervus; Savickas; Siskevicius

LUSSEMBURGO: Kirsch; Didier

MOLDOVA: Pliuschin; Rusnac; Raileanu

MONTENEGRO: Cerovic

SPAGNA: Barbero Cuesta; Castroviejo; Melgarejo; Fernandez Andujar; Matarranz; Herrada Lopez; Del Valle; Mardones; Moreno Fernandez; Gil; Rubio Hernandez; Sanchez Gil; Sanchez Gonzalez

OLANDA: Bouwan; Castelijns; Clement; De Kort; Duijn; Keizer; Lindeman; Oomen; Poels

SVIZZERA: Albasini; Aregger; Frank; Fumeaux; Lang; Lienhard; Pellaud; Reichenbach; Schelling: D.Wyss; M.Wyss; Zuagg

POLONIA: Bialoblocki; Domagalski; Golas; Kwiatkowski; Majka; Owsian; Paterski; Tacika; Wisnioski.

REPUBBLICA CECA: Bartra; Hiri; Hnik; Konig; Kreuziger; Polnicky; Sisr; Stybar; Turek; Vakoc

RUSSIA: Belkov; Boev; Brutt; Kochetkov; Lagutin; Maikin; Mamykin; Shalunov; Tcatevich;

PORTOGALLO: Cardoso; Rui Costa; De Sergio; Goncalves; Machado; Mendes

UCRAINA: Brataschuk; Buts; Grivko; Khrypta; Lagkuti; Prevar; Vasyliuk

SLOVENIA: Bole; Brajkovic; Golcer; Koren: Mugerli; Polanc; Roglic; Tratnik

SLOVACCHIA: Canecky; Kolar; Mahdar; Peter Sagan; Juraj Sagan; Tybor

SVEZIA: Ahlstraand; Ludvingsson; Wetterhall

UNGHERIA: Der; Kusztor; Lovassy

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail