Ciclista iraniano muore alle Paralimpiadi di Rio 2016

bahman-golbarnezhad-morto-ciclista-paralimpiadi-2016.jpg

Tragedia alle Paralimpiadi di Rio 2016. Il ciclista iraniano, Bahman Golbarnezhad, è morto in seguito a una caduta avvenuta al 15° km della gara in linea della categoria C4-5, quella dedicata agli atleti con tono muscolare "lieve".

La caduta è avvenuta in un tratto in discesa con Golbarnezhad sbalzato dalla bici e finito fuori strada. L'impatto è stato tremendo. Le condizioni dell'atleta sono sembrate subito molto gravi. Non c'è ancora chiarezza sulla causa della morte avvenuta durante il disperato trasporto in ambulanza in ospedale. La federazione iraniana riferisce di una frattura letale al collo. Un'altra versione, quella fornita dal quotidiano brasiliano, O'Globo, riporta invece la notizia di un arresto cardiaco. Inizialmente, si è scritto dell'immediato decesso di Golbarnezhad per trauma cranico, notizia poi smentita dal comitato organizzatore.

Golbarnezhad aveva 48 anni. Lascia la moglie. Era un atleta esperto. Quella di Rio è stata la sua seconda partecipazione alle Paralimpiadi. Quattro anni era presente a Londra con il 23° posto nella prova in linea. A Rio aveva già corso la cronometro, classificandosi in 14esima posizione.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail