Euro 2020: 4 partite a Roma, almeno 2 dell'Italia

Ad una settimana dall'elezione dello sloveno Aleksander Ceferin a Presidente della Uefa, emergono nuovi dettagli su Euro 2020, che sarà un torneo itinerante per festeggiare il 60esimo anniversario dalla creazione della competizione. Tredici le città coinvolte complessivamente. A Glasgow, Dublino, Copenaghen, Budapest, Bucarest, Bruxelles, Bilbao ed Amsterdam si giocheranno 3 partite della fase a gironi, così come a San Pietroburgo, Monaco, Baku e Roma dove però verrà disputato anche un ottavo o un quarto di finale. Il formato è lo stesso dell'ultimo Europeo vinto dal Portogallo, con 24 squadre partecipanti alla fase finale.

Le due semifinali e la finalissima si giocheranno invece a Londra, che ha già presentato il suo logo sul quale campeggia il Tower Bridge. Un'altra novità dei prossimi Europei riguarda proprio il Logo; non verrà creato uno unico per la competizione, bensì tutte le federazioni ne presenteranno uno dedicato ad un simbolo della città ospitante. In questo europeo del sessantennale non ci sarà nessuna squadra qualificata di diritto alla competizione; le prime 2 squadre di ogni girone di qualificazione otterranno il pass e gli ultimi 4 posti verranno assegnati tramite degli spareggi che si giocheranno nel mese di marzo 2020.

Quando si svolgerà il sorteggio la Uefa terrà conto delle distanze geografiche e quindi nessuna nazionale sarà costretta ad affrontare viaggi troppo lunghi tra una partita e l'altra. La buona notizia riguarda i Paesi ospitanti che avranno il privilegio di giocare in casa almeno due delle tre partite della fase a gironi. Quindi anche l'Italia, in caso di qualificazione, potrà giocare allo Stadio Olimpico 2 volte su 3.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail