Giro dell’Emilia 2016: vittoria di Chaves davanti a Bardet e Uran. Aru 4°

Podio da grande giro per la corsa emiliana.

Esteban Chaves ha vinto il Giro dell'Emilia 2016

Bella vittoria di Esteban Chaves al Giro dell’Emilia 2016. Il colombiano dell’Orica-BikeExchange ha sbaragliato la concorrenza grazie a una perfetta azione nell’ultimo chilometro. Dietro di lui si sono piazzati Romain Bardet dell’AG2R La Mondiale e Rigoberto Uran della Cannondale-Drapac, tutti uomini che contano podi nei grandi giri e che dunque confermano il prestigio della corsa emiliana. Al quarto posto si è piazzato Fabio Aru dell'Astana.

La fuga di giornata si è composta ben oltre i primi 50 km, perché la situazione è diventata movimentata soprattutto sul Mangardino, la prima salita della corsa. Questi i nomi dei battistrada:
Alessandro De Marchi della BMC, Alberto Nardin dell’Androni-Sidermec, Lorenzo Rota della Bardiani-CSF, Pierre Roger Latour dell’AG2R La Mondiale, Alexandre Geniez della FDJ, Preben Van Hecke della Topsport Vlaanderen, Jens Keukeleire dell’Orica-BikeExchange e Thomas Degand della Wanty-Groupe Gobert. Il loro vantaggio massimo è stato di poco meno di sei minuti.

All’inizio della prima salita del San Luca il distacco era sceso a 2’ 58” e lungo l’ascesa i primi a perdere terreno sono stati Rota e Van Hecke. Al primo passaggio sul traguardo il gap era di 2’ 30”.
Sulla seconda salita del San Luca De Marchi ha attaccato e soltanto Latour e Nardin gli sono rimasti a ruota. Intanto, in testa al gruppo, si è messo Diego Rosa dell’Astana a dettare il ritmo.

Nardin non è riuscito a reggere l’andatura di De Marchi e Latour e li ha lasciati da soli al comando con meno di un minuto e mezzo di vantaggio a 15 km dal termine, mentre dietro il gruppo, composto da una quarantina di corridori, si faceva guidare sempre dall’Astana.

Il gruppo ha via via riassorbito tutti gli ex fuggitivi, tranne Latour e De Marchi, che ai -10 km avevano ancora oltre un minuto di vantaggio. A questo punto è stata la Cannondale-Drapac a mettersi alla guida del gruppo e a ridurre il gap di una decina di secondi.

All’inizio dell’ultima salita il distacco era di soli 14”, ma De Marchi non ha più resistito e Latour lo ha staccato, poi sul francese si sono portati Jan Bakelants dell’AG2R La Mondiale, Rodolfo Torres dell’Androni-Sidermec e Igor Anton della Dimension Data, ma dal gruppo è arrivato Esteban Chaves che ha superato tutti ed è andato a vincere davanti a Bardet e Uran.

La sintesi della corsa sarà trasmessa su RaiSport 1 alle ore 18:45.
Questi i primi dieci al traguardo:
1) Johan Esteban Chaves (Orica-BikeExchange) 5h 27’ 28”
2) Romain Bardet (AG2R La Mondiale) +2”
3) Rigoberto Uran (Cannondale-Drapac) +3”
4) Fabio Aru (Astana) +3”
5) Jan Bakelants (AG2R La Mondiale) +10”
6) Rodolfo Andres Torres (Androni Giocattoli-Sidermec) +10”
7) Jonathan Hivert (Fortuneo-Vital Concept) +11”
8) Diego Ulissi (Lampre-Merida) +14”
9) Davide Villella (Cannondale-Drapac) +14”
10) Moreno Moser (Cannondale-Drapac) +14”

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail