Supercoppa Volley 2016: Lube terza, Trento battuta al tie-break

Nella finale per il terzo posto successo dei marchigiani in cinque set.

Partita lunga e avvincente quella che ha messo in palio il terzo posto della Del Monte Supercoppa di pallavolo maschile. La Cucine Lube Civitanova e la Diatec Trentino non si sono risparmiate e alla fine tutto si è deciso soltanto ai vantaggi del tie-break a favore dei marchigiani.

Angelo Lorenzetti, allenatore di Trento, ha schierato Giannelli al palleggio, Stokr opposto, Lanza e Urnaut in banda, Solé e Daniele Mazzone centrali più Colaci libero. Gianlorenzo Blengini, coach della Lube, ha risposto con Corvetta in regia, Sokolov opposto, Kaliberda e Cebulj martelli, Candellaro e Cester al centro più Grebennikov libero.

Nel primo set Trento ha sempre inseguito e la Lube è riuscita ad accumulare un vantaggio fino al +5, ma i gialloblù non solo sono sempre riusciti a ricucire lo strappo, ma proprio nel finale, dopo aver pareggiato prima sul 21-21 con Solé e poi sul 23-23 con Mazzone, sono passati in vantaggio per la prima volta proprio con il punto della palla-set 24-23 messa a segno ancora da Mazzone con un muro vincente su Cebulj. Giannelli con un ace ha poi chiuso il set sul 25-23.

Nel secondo parziale, dopo un iniziale equilibrio, la Lube ha trovato il break di vantaggio e talvolta si è portata anche sul +3. Nel finale di set, quando i biancorossi erano avanti 22-19, Lorenzetti ha chiamato il time-out, ma la Lube ha segnato il punto del 23-19 e poi i gialloblù, con un pasticcio in attacco, hanno regalato cinque palle-set agli avversari, solo una annullata da Sokolov con un errore in attacco prima che Cebulj chiudesse sul 25-20 per la Lube.

L’inizio del terzo set è stato caratterizzato da tanti errori da una parte e dall’altra della rete. le squadre hanno lottato punto a punto fino a quanto Trento, con un turno in battuta di Giannelli, si è portata dal’8-9 al 13-10, poi ha allungato fino al 17-12 con un ace di Mazzone, ma la Lube, con Casadei, è riuscita ad accorciare fino al -2 sul 21-19 e poi sul 22-20, ma alla fine, con un ace di Mazzone, Trento ha guadagnato tre palle-set e poi ha chiuso con Stokr sul 25-21.

Il quarto set è stato lungo e sofferto. La Lube è partita benissimo portandosi addirittura sulla’8-1, ma Trento ha recuperato tutto lo svantaggio ed è passata avanti sul 9-8. Da qui è iniziata una lotta punto a punto che si è risolta soltanto ai vantaggi a favore della Lube che ha chiuso sul 26-24 con un ace di Randazzo e ha trascinato i gialloblù al tie-break.

Nel quinto set la Lube ha cominciato meglio degli avversari, ma, dopo essere stata avanti 12-9, si è fatta raggiungere sul 13-13. I biancorossi sono stati i primi a godere di una palla-match, annullata da Urnaut, poi un’altra cancellata da Antonov. A questo punto Stokr ne ha guadagnata una per Trento, ma un errore al sevizio ha annullato sia questa sia quella successiva. Poi anche Randazzo ha sbagliato la battuta e Trento ha avuto un’altra palla-match, ma un erroraccio di Urnaut ha cancellato anche questa, poi lo stesso Urnaut ha commesso invasione e così la Lube ha avuto un’altra palla-match che ha sfruttato con Cester aggiudicandosi il set e la partita.

Questo dunque il risultato finale:
Cucine Lube Civitanova - Diatec Trentino 3-2 (23-25, 25-20, 21-25, 26-24, 20-18)

Foto © Lega Volley

  • shares
  • Mail