Genoa, Preziosi: "Irrati è un matto, va fermato"

Genoa-Pescara finisce in parità, ma Enrico Preziosi non ci sta. Il presidente della squadra di casa se la prende con l’arbitro Irrati e prima di scendere negli spogliatoi a fine gara, si è lasciato andare a dichiarazioni di fuoco.

"Due espulsioni, l'arbitro è matto e ora vado negli spogliatoi: voglio spiegazioni. Non è possibile un arbitraggio del genere - le sue parole riportate da Sky - , inaccettabile. C'era una chiara espulsione e un rigore al primo minuto a nostro favore, non concessi, poi una serie di ammonizioni contro di noi. Mai visto arbitrare così, è un matto. Capisco un errore, ma ne ha fatti troppi. Questo arbitro deve andare a casa".

Per la cronaca: dopo il vantaggio di Simeone al 3’ del secondo tempo, il Pescara ha trovato il pari a cinque minuti dalla fine con Manaj. Il Genoa, però, era ormai ridotto in nove uomini per le espulsioni di Edenilson (28’ st) e Pandev (34’ st). L’operato di Irrati sarà valutato dal designatore arbitrale che deciderà se fermare o meno il fischietto. Quel che è certo, è che per Preziosi arriverà il deferimento per queste dichiarazioni.

Non è dato sapere se davvero Preziosi si sia poi recato nello spogliatoio dell’arbitro. Se ne saprà di più dal referto dello stesso Irrati, che potrebbe addirittura aggravare la posizione del presidente del Genoa.

Preziosi - Irrati Genoa

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail