Inghilterra: non solo Allardyce, altri tecnici nella bufera?

Inghilterra - Sam Allardyce ha rassegnato le dimissioni dall’incarico di commissario tecnico della nazionale inglese dopo la bufera mediatica che lo ha travolto. L’inchiesta del Daily Telegraph, lo avrebbe incastrato mentre dava dei consigli a finti investitori su come aggirare le norme per la proprietà dei cartellini. Sulla panchina della nazionale di ‘Sua Maestà’ da pochi mesi, Allardyce ha deciso di sollevare la Football Association da ogni imbarazzo, anticipando quello che sarebbe stato un sicuro licenziamento.

Ora, però, lo scandalo potrebbe allargarsi, perché sarebbero coinvolti in questa brutta storia di “doping amministrativo” anche altri allenatori. In Inghilterra vigono norme ferree sulla proprietà dei cartellini dei giocatori, che possono essere detenuti solo dagli stessi o dai club. Le rivelazioni di Allardyce, però, hanno svelato un mondo sommerso nel quale c’è chi aggira le normative vigenti e incassa pure tanti bei soldini in “bustarelle”.

Ebbene, sempre il ‘Telegraph’ rivela che otto tecnici di Premier League potrebbero essere presto coinvolti nello scandalo. I loro nomi sono ancora segreti, ma sarebbero accusati di aver ricevuto tangenti per alcune operazioni nel calciomercato inglese. Potrebbe essere questione di ore, al massimo di giorni, poi il massimo campionato inglese potrebbe essere letteralmente travolto da un ciclone.

Allardyce - inghilterra allenatori

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail