Roma: i tre candidati per il ruolo di diesse

Roma - Dopo aver messo sotto contratto Umberto Gandini nel ruolo di amministratore delegato, la Roma potrebbe scegliere un altro ex Milan per il ruolo di direttore sportivo. A giugno, è ormai certo, Walter Sabatini lascerà la capitale e il presidente James Pallotta sta già lavorando per la sua sostituzione. Il patron americano si farà consigliare anche in questa scelta da Franco Baldini, diventato una sorta di regista che sta dietro le quinte della ricostruzione giallorossa.

In tutto sono tre i nomi sul taccuino del presidente giallorosso: si tratta di Ariedo Braida, ex Milan e oggi al Barcellona, Ramon Rodriguez Verdejo detto Monchi del Siviglia e Andrea Berta dell’Atletico Madrid. Il divorzio da Sabatini del resto è nell’aria da tempo, anzi, fosse dipeso dal diretto interessato, il rapporto si sarebbe interrotto già lo scorso anno dopo l’esonero di Rudi Garcia. Il profilo che la Roma cerca è quello di un dirigente autoritario e di profilo internazionale. Vi sta lavorando da tempo Franco Baldini, consigliere del presidente Pallotta, che non si sta esponendo lavorando nell’ombra.

Il successore di Sabatini dovrebbe arrivare dalla Spagna, dunque, con tre profili ognuno a suo modo vincente. La prima idea di Baldini è Berta dell'Atletico Madrid, che ai Colchoneros ha portato calciatori come Griezmann, Oblak e Jimenez nonostante un inizio con qualche frizione con il tecnico Simeone. Braida rappresenterebbe una soluzione di sicuro affidamento, uno che il calcio italiano lo conosce assai bene e per giunta può vantare ora anche l’esperienza accumulata al Barcellona. Infine, occhio a Monchi, che tra gli altri ha scoperto Dani Alves e Sergio Ramos. Dopo 16 anni in Andalusia, ha già comunicato al club di voler cambiare aria a fine stagione.

Ariedo Braida - ds Roma

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail