Mondiali Ciclismo Doha 2016, crono Under 23: doppietta tedesca. Ganna 14°

Edoardo Affini è arrivato 20° a +1’ 59”.

È il tedesco Marco Mathis il nuovo campione del mondo a cronometro tra gli Under 23. Una vittoria a sorpresa per il corridore che è partito per secondo, dopo il mongolo Bilguunjargal Erdenebat, e avendolo superato durante la sua prova di fatto è stato il primo a tagliare il traguardo. Si è seduto sulla sedia del leader e non si è più rialzato. Praticamente per quattro ore è stato a guardare tutti gli altri, nessuno dei quali è riuscito a fare meglio di lui.

Mathis ha chiuso il percorso di 28,9 km in 34’ 08”. Al secondo posto troviamo un altro tedesco, Maximilian Schachmann, che ha impiegato 18” in più. Bronzo per l’australiano Miles Scotson con un ritardo di 38”, mentre suo fratello Callum Scotson, che era partito benissimo con ambizioni da podio, ha sofferto a causa dei crampi e ha chiuso in decima posizione con 1’ 22” di ritardo.

C’è da dire che molto probabilmente i primi a partire sono stati leggermente avvantaggiati dal clima, un po’ meno caldo rispetto all’orario in cui sono partiti gli ultimi. A restare fuori dal podio è stato un altro tedesco, Lennard Kämna, vincitore della prova iridata a crono juniores nel 2014 e campione europeo Under 23 in carica.

Mathis, però, a un certo punto della sua prova si è ritrovato incastrato tra un’ambulanza e l’ammiraglia della direzione gara, ennesima dimostrazione dell’inadeguatezza dei padroni di casa nel gestire le corse. Senza contare la quasi totale assenza di pubblico.

Per quanto riguarda gli azzurri, oggi nessuno dei due è riuscito a entrare nella top-ten. C’erano grandi speranze su Filippo Ganna, argento agli Europei dietro Kämna, ma che è al termine di una stagione intensissima tra strada e pista, dove, lo ricordiamo è campione del mondo in carica nell’inseguimento individuale. Oggi Ganna si è piazzato al 14° posto con un ritardo di 1’ 37”, mentre il suo compagno di squadra Edoardo Affini è arrivato 20° a +1’ 59”.

Domani tocca ai ragazzi juniores e alle donne élite. Nel primo caso per l’Italia ci saranno Alessandro Covi e Alexander Konychev, mentre per quanto riguarda la crono femminile non ci sarà Elisa Longo Borghini come era stato annunciato prima della partenza per il Qatar, ma Elena Cecchini, la campionessa italiana in linea da tre stagioni, che ieri ha corso con la sua squadra di club, il Team Canyon Sram, conquistando l’argento.

Questi i primi dieci classificati della crono Under 23:
1) Marco Mathis (Germania) 34’ 08”
2) Maximilian Schachmann (Germania) +18”
3) Miles Scotson (Australia) +37”
4) Lennard Kämna (Germania) +42”
5) Kasper Asgreen (Danimarca) +50”
6) Neilson Powless (Usa) +54”
7) Geoffrey Curran (Usa) +1’ 05”
8) Tom Bohli (Svizzera) +1’ 16”
9) Edward Dunbar (Irlanda) +1’ 21”
10) Callum Scotson (Australia) +1’ 22”

  • shares
  • Mail