Mondiali Ciclismo Doha 2016: Amber Neben rivince la crono dopo 8 anni. Cecchini 15esima

L’americana vinse a Varese nel 2008, poi ha combattuto (e vinto) contro un melanoma.

Giornata tutta a stelle e strisce oggi ai Mondiali di Ciclismo su strada 2016 a Doha. Dopo l’oro di Brandon McNulty tra i ragazzi juniores, ecco quello di Amber Neben nella crono delle donne élite. Non è la prima volta per lei, visto che ha vinto anche nel 2008. Nel frattempo la 41enne californiana ha combattuto e vinto contro una brutta malattia e ora ha completato la sua rinascita con questo strepitoso successo.

Amber Neben milita nella squadra italiana Bepink e oggi è partita come ultima del secondo blocco su quattro in totale. Nell’ultimo blocco c’erano le più forti come la tedesca Lisa Brennauer e la campionessa olimpica in linea Anna Van Der Breggen, che però oggi non erano affatto competitive e hanno chiuso rispettivamente in sesta e tredicesima posizione, pagando forse la stanchezza di una stagione sfiancante.

Amber Neben oggi ha percorso i 28,9 km in programma con un tempo di 36’ 37”. L’argento è andato all’olandese Ellen Van Dijk, seconda con un ritardo di soli 5” dovuto molto probabilmente al fatto di aver tenuto un rapporto troppo duro negli ultimi metri (e ha anche sbandato per lo sforzo). Bronzo per l’australiana Katrin Garfoot che ha chiuso con 8” di ritardo rispetto all’americana.

La nostra Elena Cecchini, che è stata scelta per partecipare alla crono individuale dopo la buona prestazione nella cronosquadre, dove con la Canyon SRAM ha conquistato l’argento, anche oggi è stata protagonista di un’ottima prova e ha chiuso in quindicesima posizione con un ritardo di 2’ 30” rispetto a Neben.

Prima di salire sul podio Amber Neben ha commentato:

“Questa medaglia è più bella di quella del 2008 per quello che mi è successo negli ultimi otto anni. Sono guarita e grazie alla mia fede ho ritrovato la forza per tornare a vincere. Non ho parole”

Queste le prime dieci classificate della cronometro donne élite:
1) Amber Neben (Usa) 36’ 37”
2) Ellen Van Dijk (Olanda) +5”
3) Katrin Garfoot (Australia) +8”
4) Olga Zabelinskaya (Russia) +11”
5) Annemiek Van Vleuten (Olanda) +25”
6) Lisa Brennauer (Germania) +57”
7) Trixi Worrack (Germania) +1’ 11”
8) Ann-sophie Duyck (Belgio) +1’ 27”
9) Katarzyna Pawlowska (Polonia) +1’ 36”
10) Alena Amialiusik (Bielorussia) +1’ 41”

  • shares
  • Mail