Atp Shanghai 2016 | Murray trionfa in finale su Bautista 7-6; 6-1

murray-vince-atp-shanghai-2016.jpg

Andy Murray vince l'Atp Shanghai 2016. Nella finale disputata stamane, il britannico ha sconfitto Bautista Agut in due con il punteggio di 7-6; 6-1.

Pronostico rispettato, nonostante il tentativo di Bautista di rendere più combattuto un match segnato in partenza. Nel primo set, sembra tutto fatto per Murray che va a servire per chiudere sul 5-3 in suo favore. Nel nono game, Bautista trova finalmente incisività in risposta, risale da 40-15, annulla tre set point e ottiene il controbreak ai vantaggi, subito confermato per il 5-5. Senza ulteriori emozioni, il set termina al tie break nel quale Murray ristabilisce la propria supremazia con il 7-1 finale scaturito con 7 punti consecutivi dallo 0-1 iniziale.

L'esito sfavorevole del primo set destabilizza inevitabilmente Bautista. Come spesso accade quando un outsider si trova di fronte un avversario più forte e quotato, l'inerzia del match passa totalmente dalla parte di quest'ultimo dopo un inizio combattuto. Emblematico quanto accaduto nella seconda frazione, vinta facilmente da Murray 6-1 con Bautista incapace di tenere il servizio in tre turni in battuta.

Con quello odierno, Murray raggiunge quota 41 titoli in carriera e conferma la propria supremazia nella seconda parte di stagione. Da giugno, Andy ha trionfato al Queen's, a Wimbledon, alle Olimpiadi di Rio, a Pechino la settimana scorsa e ora a Shanghai, guadagnandosi l'inevitabile qualificazioni alle Atp Finals di Londra nelle quali sarà lui il favorito al cospetto di un Djokovic tutt'altro che al meglio della condizione e lontano dalle performance dei primi sei mesi dell'anno.

Per Bautista la consolazione di un ottimo torneo, della prima finale in un Masters e del best ranking in carriera. Da domani, infatti, il tennista iberica salirà alla 13esima della graduatoria, una posizione che gli permetterà di affrontare serenamente gli ultimi tornei di una stagione molto soddisfacente.

Atp Shanghai 2016 | Presentazione Finale

Atp Shanghai 2016. La finale Murray-Bautista Agut stamattina alle 10.30 ora italiana, in diretta televisiva su Sky Sport 2.

Un epilogo non certo pronosticabile quello odierno, alla vigilia di un torneo nel quale figuravano nella entry list Djokovic, Wawrinka, Nadal e Raonic. Stupisce, in particolare, la presenza del tennista iberico che mai si era spinto così lontano in un Masters, categoria di tornei nella quale aveva raggiunto il miglior risultato un anno fa con la semifinale persa a Madrid con Nadal.

Cammino da sogno, finora, per Bautista a Shanghai. Cinque partite, cinque vittorie, tutte senza perdere un set contro Tomic (ritiratosi prima della conclusione del match sotto 6-3; 3-0), Fritz, Troicki, Tsonga finalista della passata edizione e soprattutto Djokovic. Non è sembrato certo al meglio della condizione Nole nella semifinale di ieri ma questo nulla toglie ai meriti di Bautista, abile ad acuire il nervosismo e la poco efficacia del numero uno del mondo.

Percorso netto anche per Murray che ha confermato, nuovamente, quanto sia lui, indubbiamente, il miglior tennista nella seconda parte di stagione. Dal Queen's, Andy ha perso solo due partite, la finale di Cincinnati con Cilic e il quarto dello Us Open con Nishikori. Per il resto solo vittorie con 4 titoli in bacheca, Queen's, Wimbledon, Olimpiadi e Pechino la scorsa settimana dove è iniziata la serie vincente proseguita al Rolex Masters contro Johnson, Pouille, Goffin e Simon con soli 20 game al passivo.

Due i precedenti tra Murray e Bautista, entrambi vinti dalla scozzese nel 2014 a Wimbledon e nel 2015 sulla terra di Monaco di Baviera senza perdere un set. Il pronostico è ovviamente dalla sua parte. Difficilmente il Murray attuale si lascerà sfuggire l'occasione di superare quota 40 titoli in carriera.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail