Medagliere Mondiali di Ciclismo su strada Doha 2016: tutti i podi

La Germania è prima, l’Italia quinta.

Nonostante tutti i dubbi della vigilia per la location scelta, i Mondiali di Ciclismo su strada 2016 a Doha non sono stati affatto avari di emozioni. Certo, l’assenza di pubblico, il caldo che ha portato alcuni corridori a collassare (soprattutto tra i più giovani) e quei podi senza champagne ci portano a sperare che nei prossimi anni si eviti di tornare in Qatar per una competizione così importante, ma se andiamo a guardare le singole gare c’è stato da divertirsi. Tra le emozioni più belle l’oro di Elisa Balsamo nella prova in linea delle ragazze juniores, ma anche quello dell’americana Amber Neben nella crono delle donne élite, giunto otto anni dopo il suo primo trionfo mondiale e soprattutto dopo una lotta con una brutta malattia. E poi c’è lui, che ormai è il volto del ciclismo, il suo massimo rappresentante: Peter Sagan, che ha calato il bis e indosserà ancora la Maglia Iridata.

L’Italia chiude la rassegna con tre medaglie e va al quinto posto del medagliere. Oltre allo stupendo oro di Elisa Balsamo, c’è anche l’argento di Lisa Morzenti nella cronometro delle juniores. E senza dubbio le ragazzine di Dino Salvoldi sono state il fiore all’occhiello della nostra nazionale e il dream team indiscusso nella loro categoria. Da non dimenticare poi il bronzo di Jakob Mareczko nella prova degli Under 23. Anche se è una medaglia che vale per la Germania, perché tedesco è il team, c’è da considerare anche l’argento di Elena Cecchini nella cronosquadre femminile con la sua Canyon SRAM.

Nella corsa dei professionisti, invece, l’Italia ha colto un quinto posto con Giacomo Nizzolo, ma c’è poco da rimproverare ai ragazzi di Davide Cassani, che hanno indubbiamente corso molto bene, riuscendo a restare in quattro nel gruppo che si è poi giocato la vittoria. Il campione italiano in carica dopo l’arrivo ha detto che forse l’unico errore è stato partire un po’ troppo presto dopo che Jacopo Guarnieri gli aveva lanciato una volata pressoché perfetto. Ha scelto di uscire dalla ruota del compagno a circa 200 metri dal traguardo e forse ha pagato un po’ lo sforzo. È stato poi correttissimo a non chiudere Sagan contro la transenna, tanto che il campione del mondo ha pubblicamente rimarcato quanto Nizzolo sia stato leale durante la volata. Comunque è da elogiare un quinto posto in una gara così e con un podio eccellente con tre ex campioni del mondo (Mark Cavendish e Tom Boonen dietro al fenomenale Sagan).

Considerate anche le cronosquadre, che si disputano però con gli atleti divisi per club e non per nazioni (e dunque si considera la nazionalità del team), abbiamo un medagliere che vede la Germania in testa con due ori, entrambi arrivati nelle cronometro maschili, e quattro argenti, mentre gli Stati Uniti sono secondi con due ori, due argenti e un bronzo e l’Olanda terza con due ori e due argenti tutti al femminile.

Qui di seguito il medagliere e più in basso tutti i podi.

1) Germania: 2 ori e 4 argenti
2) Usa: 2 ori, 2 argenti e 1 bronzo
3) Olanda: 2 ori e 2 argenti
4) Danimarca: 2 ori e 1 argento
5) Italia: 1 oro, 1 argento e 1 bronzo
6) Norvegia: 1 oro e 1 bronzo
7) Belgio: 1 oro e 1 bronzo
8) Slovacchia: 1 oro
9) Bielorussia: 1 argento
9) Gran Bretagna: 1 argento
10) Australia: 3 bronzi
11) Svizzera: 2 bronzi
12) Finlandia, Francia e Spagna: 1 bronzo a testa

Mondiali di Ciclismo su Strada Doha 2016: tutti i podi


N.B. Per le cronosquadre si considera la nazionalità dei team e non degli atleti che ne fanno parte

Cronosquadre donne
Oro: Boels-Dolmans Cycling Team (Olanda)
Argento: Canyon SRAM Racing (Germania)
Bronzo: Cervèlo-Bigla Pro Cycling (Svizzera)

Cronosquadre uomini
Oro: Etixx-Quick Step (Belgio)
Argento: BMC (Usa)
Bronzo: Orica-BikeExchange (Australia)

Cronometro donne juniores
Oro: Karlijn Swinkels (Olanda)
Argento: Lisa Morzenti (Italia)
Bronzo: Juliette Labous (Francia)

Cronometro uomini juniores
Oro: Brandon McNulty (Usa)
Argento: Mikel Berg (Danimarca)
Bronzo: Ian Garrison (Usa)

Cronometro uomini Under 23
Oro: Marco Mathis (Germania)
Argento: Maximilian Schachmann (Germania)
Bronzo: Miles Scotson (Australia)

Cronometro donne élite
Oro: Amber Neben (Usa)
Argento: Ellen Van Dijk (Olanda)
Bronzo: Katrin Garfoot (Australia)

Cronometro uomini élite
Oro: Tony Martin (Germania)
Argento: Vasil Kiryienka (Bielorussia)
Bronzo: Jonathan Castroviejo (Spagna)

Prova in linea donne juniores
Oro: Elisa Balsamo (Italia)
Argento: Skylla Schneider (Usa)
Bronzo: Susanne Anderson (Norvegia)

Prova in linea uomini juniores
Oro: Jakob Egholm (Danimarca)
Argento: Niklas Märkl (Germania)
Bronzo: Reto Muller (Svizzera)

Prova in linea uomini Under 23
Oro: Kristofer Halvorsen (Norvegia)
Argento: Pascal Ackermann (Germania)
Bronzo: Jakub Mareczko (Italia)

Prova in linea donne élite
Oro: Amalie Dideriksen (Danimarca)
Argento: Kirsten Wild (Olanda)
Bronzo: Lotta Lepistö (Finlandia)

Prova in linea uomini élite
Oro: Peter Sagan (Slovacchia)
Argento: Mark Cavendish (Gran Bretagna)
Bronzo: Tom Boonen (Belgio)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail