Milan - Juventus | Le dichiarazioni di Montella e Allegri

Milan e Juventus si affrontano domani, sabato 22 ottobre 2016, nell'anticipo della 9.a giornata di Serie A. E' da quattro anni e mezzo, dall'arcinoto match del gol fantasma di Muntari, che le due squadre non si fronteggiavano in un incontro di alta classifica. Certo, siamo ancora all'inizio del campionato, non è affatto una partita decisiva ma, da allora, il Milan non è mai stato così vicino ai rivali, primi in graduatoria con 5 punti di vantaggio sui rossoneri.

Una posizione di classifica, per molti, inaspettata quella del Milan, imbattuto dalla terza giornata. Dallo 0-1 di San Siro con l'Udinese, i rossoneri hanno sconfitto Sampdoria, Lazio, Sassuolo e Chievo, vittorie inframezzate dal prezioso 0-0 con la Fiorentina al Franchi.

Nella conferenza stampa della vigilia, Montella, in fiducia per i risultati della squadra, presenta così la sfida con i bianconeri

Se vince da 5 anni è perché la Juventus è la più forte di tutti. Dobbiamo giocare con umiltà e coraggio. Si sta parlando troppo delle cose positive. Io e la squadra non dobbiamo cascarci. Restiamo con i piedi per terra. Questa gara va affrontato con la massima umiltà, con spensieratezza. La tranquillità e le motivazioni possono risolvere qualsiasi problema

montella-milan-juventus.jpg

Dichiarazioni inevitabilmente di circostanza quelle di Montella. Stessi toni per il collega Allegri. Per la terza volta, l'ex tecnico del Milan torna a San Siro da avversario. Finora, 2 vittorie in altrettante partite, a settembre 2014, 0-1 con gol di Tevez e la scorsa primavera con l'affermazione in rimonta, 1-2, sancita dalle reti di Mandzukic e Pogba.

Devo fare i complimenti al Milan perché sta facendo un ottimo campionato. Si merita il secondo posto Ha dei buoni giovani giocatori che saranno il futuro della Nazionale italiana. Domani è sempre Milan-Juventus e sono partite sempre molto equilibrate. Con l'Inter abbiamo preso una bella legnata. Per fare risultato bisognerà fare una prestazione di testa, tempi e agonismo

Allegri ha anche confermato la sicura assenza di Chiellini. Probabile il recupero di Mandzukic anche se in avanti giocheranno titolari Higuain e Dybala.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail