Europei di ciclismo su pista 2016: Filippo Ganna argento nell’inseguimento per tre decimi

L’oro è andato al francese Corentin Ermenault.

Purtroppo Filippo Ganna non ce l’ha fatta a fare la doppietta Mondiali-Europei nella sua specialità, l’inseguimento individuale. L’azzurro, che è campione del mondo in carica, è stato battuto nella finale europea a St. Quentin dal beniamino di casa e figlio d’arte Corentin Ermenault per soli tre decimi. 1’ 07” 776 il risultato finale del francese, 1’ 10” 788 quello dell’azzurro.

Ganna si era qualificato alla finale con il miglior tempo, 4’ 17” 298, quasi di due secondi meglio di Ermenault che aveva girato in 4' 19" 272. L’altro azzurro Liam Bertazzo, invece, ha ottenuto l’undicesimo tempo registrando un crono di 4’ 24” 355.
Nella finale per il bronzo dell’inseguimento individuale si è imposto l’olandese Dion Beukeboom sul polacco Daniel Staniszewski.

Nella altre finali di oggi il giovane danese Niklas Larsen ha dominato la corsa a punti e ha vinto l’oro davanti al belga Kenny De Ketele e al bielorusso Raman Ramanau: 83 punti per il vincitore, 53 per il secondo classifica e 36 per il terzo. L’azzurro Michele Scartezzini si è piazzato all’ottavo posto con 27 punti. Nella gara di velocità individuale l’oro è andato al russo Pavel Yakushevskiy, l’argento all’olandese Roy Van Den Berg e il bronzo all’ucraino Andriy Vynokurov, mentre gli azzurri Davide e Luca Ceci si sono classificati rispettivamente al 24° e 26° posto.

Molto brava la nostra Elisa Balsamo nell’Omnium femminile. La pluricampionessa del mondo nelle prove juniores e fresca campionessa d’Europa con il quartetto dell’inseguimento a squadre oggi è arrivata quarta. L’oro è andato alla britannica Katie Archibald, che ha conquistato il suo ottavo titolo europeo a soli 22 anni, l’argento all’olandese Kirsten Wild e il bronzo alla belga Lotte Lopecky.

Domani si assegnano gli ultimi quattro titoli: Madison donne, Madison uomini, Velocità donne e Keirin uomini.
Ricordiamo che l’Italia ha vinto l’oro con le ragazze e l’argento con i ragazzi nelle gare di inseguimento a squadre. Ganna chiude dunque con due argenti.

Gli altri titoli finora assegnati: la russa Daria Schmeleva ha vinto la gara dei 500 mt donne davanti alla tedesca Pauline Grabosch e all’altra russa Anastasiia Voinova; il francese Quentin Lafargue ha vinto l’oro nel chilometro da fermo davanti al tedesco Eric Engber e il ceco Jiri Janosek; l’olandese Kirsten Wild ha vinto la gara di eliminazione femminile davanti alla britannica Katie Archibald e alla francese Laurie Berthon; lo svizzero Gael Suter è campione d’Europa nello scratch uomini davanti al polacco Adrian Teklinski e l’olandese Wim Stroetinga; la lituana Ausrine Trebaite ha vinto lo scratch donne davanti alla britannica Elinor Barker e all’olandese Kirsten Wild; lo svizzero Loic Perizzolo ha vinto la gara a eliminazione maschile davanti al greco Christos Volikakis e al ceco Jiri Hochmann; lo spagnolo Albert Torres ha vinto l’Omnium davanti allo svizzero Gael Suter e al francese Benjamin Thomas; l’ucraina Liubov Basova ha vinto il keirin donne davanti alla belga Nicky Degrendele e alla lituana Simona Krupeckaite; Kristen Wild, ancora lei, ha vinto la corsa a punti davanti alla belga Jolien Dhoore e alla polacca Katarzyna Pawlowska; nell’inseguimento individuale femminile oro alla britannica Katie Archibald davanti alla polacca Justyna Kaczowska e all’irlandese Anna Turvey.

La Russia ha vinto a gara di velocità a squadre femminile davanti a Spagna e Lituania (Italia sesta), mentre la stessa gara al maschile è stata vinta dalla Polonia davanti a Gran Bretagna e Germania (Italia undicesima)

Per quanto riguarda i risultati degli altri azzurri abbiamo: il 10° posto di Miriam Vece e il 13° di Gloria Manzoni nei 500 m donne; il 16° posto di Francesco Ceci e il 18° di Luca Ceci nel chilometro da fermo uomini; il 12° posto di Simona Frapporti nella gara a eliminazione donne; il 7° posto di Alex Buttazzoni nello scratch uomini; il 4° posto di Rachele Barbieri nello scratch donne; il 17° posto di Davide Plebani nella gara a eliminazione maschile; il 4° posto di Simone Consonni nell’Omnium maschile; il 13° posto di Gloria Manzoni e Miriam Vece nel keirin donne; il 7° posto di Maria Giulia Confalonieri nella corsa a punti; l’8° posto di Francesca Pattaro nell’inseguimento femminile.

  • shares
  • Mail