Giro d’Italia 2017: domani la presentazione. Le anticipazioni sul percorso

Si parte il 5 maggio 2017 da Alghero.

Finalmente l’attesa sta per finire: domani, martedì 25 ottobre 2016, conosceremo tutti i dettagli del Giro d’Italia 2017. Per ora si conoscono ufficialmente solo le prime tre tappe, quelle della Grande Partenza dalla Sardegna, che sono state presentate lo scorso 14 settembre. Per svelare tutto il percorso, invece, RCS Sport quest’anno ha atteso non il giorno successivo al Lombardia, come era ormai tradizione negli ultimi anni, ma il rientro dall’Abu Dhabi Tour, ultima corsa organizzata dall’editore della Gazzetta dello Sport in questo 2016.

La corsa negli Emirati Arabi si è conclusa ieri, con la vittoria di Tanel Kangert nella generale, due tappe e classifica a punti per Mark Cavendish e una tappa per Giacomo Nizzolo. Ora, dunque, siamo pronti a sapere tutto sul Giro d’Italia che partirà da Alghero il 5 maggio 2017 per concludersi il 28 maggio non si sa ancora dove. I dubbi, infatti, riguardano anche l’arrivo. A differenza del Tour de France (che tra l’altro quest’anno è stato presentato prima del Giro), la corsa rosa ha un arrivo itinerante. Se Roma fosse rimasta in corsa per le Olimpiadi 2024 l’arrivo del Giro 2017 sarebbe stato senza dubbio nella Capitale. Ora che però la candidatura è stata ritirata, è molto probabile che si opti per un’altra città come Venezia, visto che il Veneto e in particolare Vicenza sono candidati ai Mondiali di Ciclismo 2020, oppure la classica Milano, con arrivo proprio in Piazza Duomo.

Quello che sembra ormai certo dalla indiscrezioni circolate soprattutto attraverso quotidiani locali è che quest’anno il Giro toccherà molte città del Sud. Fino a quest’anno, infatti, una delle polemiche più dibattute è stata la scarsa presenza di tappe al Sud, ma Mauro Vegni aveva fatto notare come non fosse colpa di RCS, ma della mancanza di infrastrutture adeguate e di volontà da parte delle amministrazioni locali. Attraverso la Rai il direttore del Giro aveva anche lanciato un appello ufficiale agli amministratori del Sud, affinché accettassero di collaborare per far passare la corsa rosa dalle loro parti.

Ebbene, questo appello potrebbe essere stato finalmente accettato e dunque il Giro 2017 potrebbe toccare Sicilia, Calabria, Puglia e poi risalire al Nord attraverso Umbria, Toscana, Emilia Romagna, forse anche Liguria e Piemonte, certamente Lombardia, Friuli-Venezia Giulia e Veneto.

In particolare, si parla di una possibile tappa con arrivo a Messina e questo sarebbe anche un modo per costringere quasi Vincenzo Nibali con la sua nuova squadra Bahrein-Merida a partecipare per difendere il titolo riconquistato quest’anno e tentare il tris. Un po’ come la partenza in Sardegna è un forte richiamo per Fabio Aru con la sua Astana. In Sicilia il Giro potrebbe toccare anche Cefalù, Pedara e forse Taormina, mentre in Calabria dovrebbe padane da Reggio Calabria, Terme Luigiane, Castrovillari. In Puglia una delle città protagoniste potrebbe essere Alberobello con i suoi trulli, mentre tra le salite più dure al Nord si parla del Santuario di Oropa, del Mortirolo, dello Stelvio, delle Tre Cime di Lavaredo, il Pordoi, il Monte Grappa.

Giro d'Italia 2017 - Presentazione percorso

  • shares
  • Mail