Atletica, Darya Pishchalnikova rischia una squalifica per doping

Dopo la squalifica per due anni che dovrà scontare Inga Abitova, un'altra atleta russa rischia di andare incontro ad un lungo periodo di inattività per aver violato le regole anti-doping.

Stiamo parlando di Darya Pishchalnikova, medaglia d'argento nel lancio del disco alle ultime Olimpiadi di Londra 2012. Come riportato da La Gazzetta dello Sport, l'atleta sarebbe risultata positiva per l'uso di uno steroide anabolizzante, che sarebbe avvenuto proprio due mesi prima dei giochi olimpici.

Come annunciato dalla responsabile della Rusada, l'agenzia anti-doping russa, Nikita Kamayev, l'atleta si era già sottoposta al test in un primo momento, risultando negativa. Il secondo test, che è stato effettuato in un laboratorio di Colonia, invece, ha dato esito positivo, evidenziando l'utilizzo di sostanze vietate.

Per Darya Pishchalnikova, non sarebbe la prima squalifica. L'atleta, infatti, è già stata squalificata per 2 anni e 9 mesi, dal 31 luglio 2008 fino al 30 aprile 2010, per aver manomesso, insieme ad altre colleghe, alcuni campioni prelevati prima delle Olimpiadi di Pechino 2008.

La Pishchalnikova, in quel caso, ha dovuto rinunciare a tutti i titoli vinti dal 10 aprile 2007 in poi ossia i due argenti conquistati ai Mondiali di Osaka e agli Europei Under 23 di Debrecen.

In caso di seconda squalifica, Darya rischierebbe addirittura 8 anni di stop.

A rischio, in questo caso, c'è ovviamente la medaglia d'argento conquistata a Londra. Se la medaglia, come molto probabile che avvenga, le venisse tolta, verrebbe assegnata alla cinese Li Yanfeng e, di conseguenza, la nuova medaglia di bronzo diventerebbe la cubana Yarelys Barrios.

Darya Pishchalnikova, durante questa stagione, ha conquistato il primato mondiale di 70,69 metri. L'atleta, nella sua carriera, ha vinto anche una medaglia d'oro agli Europei di Goteborg nel 2006.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail